Bonucci, lacrime per il figlio. "Matteo ha fatto un miracolo"

Il bianconero Leonardo Bonucci torna a parlare del figlio dopo la malattia. "È stato un guerriero". Poi ha voluto ringraziare tutti i tifosi che l'hanno supportato in questo difficile periodo

Bonucci, lacrime per il figlio. "Matteo ha fatto un miracolo"

Leonardo Bonucci dopo aver preso parte all'ennesima vittoria della Juventus in campionato, arrivata per 2 a 1 sul Chievo, si è aggregato al ritiro della Nazionale. Qui è stato intervistato dal programma Rai, Domenica Sportiva. Il difensore ha parlato a tutto tondo, dalla carriera al piccolo Matteo, figlio di pochi anni colpito da una malattia

Il ringraziamento ai tifosi

È stato un periodo difficile. Ringrazio i tanti tifosi della Juventus e non solo per la solidarietà dimostrata in questi mesi. Quando ti unisce un sentimento come l’amore, sei pronto a tutto". Le prime parole del centrale di difesa bianconero sono andate a tutti i tifosi italiani che hanno supportato lui e la sua famiglia al meglio in tutto il difficile periodo affrontato.

La verità sul figlio e le sue condizioni

Parole che sfociano in una prima commozione e che anticipano le parole sul figlio Matteo. "Ora sta bene, ma è stata una cosa che mi ha fatto crescere e che mi ha insegnato a dare il giusto peso alle cose". E ancora: "Matteo ha dimostrato di essere un guerriero, non ha mai mollato. È riuscito nel miracolo di unire i tifosi di tutte le squadre, senza pensare alla maglia che indossa il padre" ha detto orglioso il nazionale italiano. E ha aggiunto: "Ora la situazione è migliorata, sta bene. Certe cose ti cambiano e ti fanno crescere: quando scendo in campo lotto per la maglia che indosso, specialmente per quella che tifavo, ma è normale che queste cose ti facciano dare il giusto peso alle cose"

"Quando faccio il mio lavoro in campo, va bene che risulti antipatico. Fuori dal campo, i tifosi della Juve e non solo sanno come sono, e spero che possano apprezzare questo mio essere” ha concluso Bonucci.

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento