Il "verdetto" di Cassano sul derby: "Potevano vincere 7-0..."

Meritava l’Inter sia nel primo che nel secondo tempo. Il Milan non ha fatto nulla", questa la disamina di Antonio Cassano sul derby di Milano

Il "verdetto" di Cassano sul derby: "Potevano vincere 7-0..."

Dopo tante critiche all'Inter, nei mesi passati, Antonio Cassano è tornato ad elogiare i nerazzurri. Durante una diretta su Twitch nel classico appuntamento serale con la BoboTv, l'ex giocatore di Roma, Real Madrid e Sampdoria è tornato a parlare di derby incensando la squadra di Simone Inzaghi: "Forse a casa la partita non si vedeva tanto bene… L’Inter poteva vincere 7-0, dall’inizio alla fine. Ha preso due gol in 5 minuti, un black-out in cui hanno preso due gol causali, il primo dopo una ciabattata di Brahim Diaz e il secondo con Handanovic non bene sulla bella giocata di Giroud", questo il commento di FantAntonio.

Un derby inspiegabile

Cassano non si spiega come l'Inter abbia potuto perdere un derby dominato, a suo dire, dall'inizio alla fine da parte dei nerazzurri con un blackout di tre minuti costato caro. "Anche nel secondo tempo, i nerazzurri hanno avuto 4-5 ripartenze sprecate. I rossoneri non hanno mai calciato in porta, tranne in quei 5 minuti. Diaz ha cambiato la partita? Tonali stratosferico? In questa partita non ho visto niente di questo. Nel primo tempo tutti i giocatori del Milan sono stati stritolati. Secondo tempo, tre minuti (70-75) e poi ancora solo Inter dal 75′ al 90′".

Per Cassano l'Inter avrebbe meritato di vincere il derby per quanto espresso sia nel primo che nel secondo tempo: "Meritava l’Inter sia nel primo che nel secondo tempo. Il Milan non ha fatto nulla. Messias e Diaz non l’hanno mai presa. I rossoneri non sanno neanche loro come hanno fatto a vincere questa partita. Non ho visto differenze tra il primo e il secondo tempo come tutti dicono. Tre minuti hanno cambiato il derby, tutto qui". La verità è che a vincere la Stracittadina è stato un Milan umile ed operaio che ha approfittato di un'Inter più forte ma sprecona e distratta. Ora ai nerazzurri, che hanno ancora un punto di vantaggio su rossoneri e sul Napoli e con una partita da recuperare, toccherà non sbagliare più per non dare speranze agli avversari che credono, ovviamente, alla possibilità di poter vincere il tiroclore.

Commenti