"Due palloni": cosa è successo quando è arrivato il rigore

Le immagini non lasciano adito a dubbi. Nel momento del fallo su Sterling ci sono due palloni in campo ma l'arbitro lascia proseguire il gioco

"Due palloni": cosa è successo quando è arrivato il rigore

Inghilterra-Danimarca tra le polemiche. Non bastasse il rigore discusso concesso a Sterling, nel corso dell'azione che ha portato al penalty e al secondo gol inglese di Kane, le telecamere hanno evidenziato la clamorosa presenza di due palloni in campo.

La seconda semifinale degli Europei 2020 si decide proprio in quell'attimo. Accade tutto in una frazione di secondi scanditi da un paio di anomalie e dalle proteste della Danimarca per il torto subito. Quando Raheem Sterling affonda sulla corsia destra, prima del contatto con due difensori danesi, diversi frame testimoniano l'episodio che avrebbe potuto portare all'interruzione del gioco da parte dell'arbitro, che invece ha scelto di far continuare.

Ebbene sì, le immagini dei due palloni contemporaneamente in campo hanno in pochi minuti fatto il giro del web suscitando le reazioni furiose degli utenti contro la decisione dell'arbitro olandese Makkelie. Ci si chiede è regolare lasciar proseguire un'azione in queste condizioni? Il regolamento dice che "se un secondo pallone, un altro oggetto entrano sul terreno di gioco durante la gara l’arbitro deve [...]: - lasciare proseguire il gioco se l’elemento esterno non interferisce con il gioco e farlo rimuovere il prima possibile". Il direttore di gara non è dunque obbligato a fermare il gioco, ma in questo caso il secondo pallone era molto vicino all'azione, come si vede dalle immagini, e poteva rappresentare un elemento di disturbo sia per Sterling sia per Maehle che lo stava inseguendo, anche se di fatto la giocata prosegue in maniera fluida.

In casa danese regna l'amarezza per questi episodi controversi e non potrebbe essere altrimenti. Lo racconta in conferenza stampa il ct Kasper Hjulmand: "Siamo molto dispiaciuti, è difficile descrivere a parole come mi sento. Forse, ci riuscirò nei prossimi giorni. Eravamo ad un passo dalla finale, dispiace molto. Ho già parlato alle televisioni di alcune decisioni che sono state prese stasera (ieri, ndr). Quello dato all'Inghilterra non può essere rigore, qualcosa che mi dà molto fastidio. Siamo molto contrariati per quell'episodio". "Cinque secondi prima che Sterling prendesse palla c'era un secondo pallone in campo: l'ho segnalato al quarto uomo ma il gioco è proseguito lo stesso", ha poi aggiunto il ct.

Gli fa eco il calciatore del Barcellona Martin Braithwaite: "Ci vorrà del tempo per digerire questa sconfitta ma proveremo a fare grandi cose di nuovo in futuro. Siamo orgogliosi di quello che abbiamo fatto ma siamo comunque dispiaciuti perché potevamo raggiungere la finale. Questa sconfitta è difficile da accettare soprattutto per il modo in cui è arrivata. Devo stare attento a quello che dico, ovviamente siamo molto arrabbiati".

Segui già la nuova pagina Sport de ilGiornale.it?

Commenti