"Non ci posso credere": scoppia la bufera sul rigore

Non si placano le polemiche sui social dopo il rigore concesso su Sterling. Anche Kane ammette: ''Non penso fosse rigore''

"Non ci posso credere": scoppia la bufera sul rigore dell'Inghilterra

In finale tra mille polemiche. La partita Inghilterra-Danimarca viene decisa da un rigore inesistente. L'episodio diventa decisivo per vincere la semifinale degli Europei 2020 e raggiungere l'Italia nella finale di domenica.

Con tanta fatica e forse anche con qualcosa in più. Non è stata una sfida per niente facile per l’Inghilterra, quella con la Danimarca. Ma i danesi hanno da recriminare. Siamo nei tempi supplementari: gli inglesi attaccano a testa bassa. Ormai si gioca a una porta sola. Al minuto '104 Raheem Sterling ha ancora la forza di accelerare sulla destra. Con vari giochi di gambe, prova a passare in slalom tra diversi avversari. Poi crolla a terra. A velocità normale sembra rigore netto. E infatti l'arbitro Makkelie fischia. Poi, però, rivedendo il replay, il fallo netto non sembra poi così netto. Anzi, non sembra nemmeno fallo. Ma l’arbitro con l'ausilio del Var conferma la decisione. Sul dischetto ci va Harry Kane. L'attaccante del Tottenham si fa ipnotizzare da Schmeichel ma è lesto sulla ribattuta e insacca. Wembley esplode, l'Inghilterra è in finale.

Le reazioni

''We got lucky''. Lo dicono anche i tifosi inglesi. Hanno avuto fortuna. Che il rigore non ci fosse lo ammettono candidamente anche loro.''Non penso fosse rigore - ha detto Kane ad Itv - E’ un penalty molto soft''. Dello stesso parere Gary Neville, commentatore a bordo campo:''Ad essere sinceri, qualunque squadra sarebbe distrutta ad aver perso una semifinale per un rigore così. Anche se in tutti gli Europei il metro per il ricorso al Var è stato questo''. E ancora Ian Wright: ''Sterling ha detto di essere stato toccato, anche se molto lievemente. D’altronde ne hanno dati tanti di questo genere in tutto il torneo''.

Oltremanica, il Telegraph non si discosta dalla media dei commenti:''Abbiamo vinto con un rigore inventato''. Dietmar Hamann, ex giocatore di Manchester City e Liverpool, accusa Sterling sulle pagine del Manchester Evening News di essere un tuffatore:''E’ andato contro lo spirito del gioco, del quale gli inglesi si vantano tanto. Quando arrivò qui Klinsmann tutti a parlare del fatto che era un simulatore. Ora che lo fanno loro, va bene così''. Persino, Nikola Vucevic, giocatore Nba croato dei Chicago Bulls, ha voluto dire la sua su Twitter: ''Non posso credere che abbiano dato rigore. Che buffonata''.

Anche il neo tecnico della Roma José Mourinho a Talk Sport ha espresso il suo disappunto: "Ha vinto la squadra più forte. L’Inghilterra ha meritato ed è stata fantastica ma per me non è mai rigore. A questi livelli in una semifinale europea davvero non ho capito la decisione. Sono felice per l’Inghilterra, ma come uomo di calcio sono deluso per la decisione che è stata presa". Su Rai 1 Spillo Altobelli ha rincarato la dose:''Se avessero dato all’Italia un rigore come quello dato agli inglesi i giornali britannici ne avrebbero parlato per un anno intero''. Ovviamente l’unico convinto che il fischio sia stato corretto è Sterling: "Era un rigore limpido'' ha commentato nel post partita. Chissà se lo pensa davvero...

Segui già la nuova pagina Sport de ilGiornale.it?

Commenti