Ciclismo in Giappone: Basso fa centro all’ultima occasione

Il varesino si è aggiudicato la Japan Cup, la più importante corsa asiatica. Al termine dei 151 km con arrivo a Utsunomiya, il corridore della Liquigas-Cannondale si è imposto in volata su Daniel Martin (Garmin) e Rafael Majka della SaxoBank

Il campione varesino riscatta in chiusura la stagione deludente vincendo la Japan Cup, la corsa più prestigiosa dell’Asia.

Il riscatto nell’ultima occasione utile. Ivan Basso si è aggiudicato la Japan Cup, la più importante corsa asiatica, gara che chiude la sua poco brillante stagione.
Al termine dei 151 km con arrivo a Utsunomiya, il varesino della Liquigas-Cannondale si è imposto in volata su Daniel Martin (Garmin) e Rafael Majka della SaxoBank.

L'azione decisiva, nata a 20 km dal traguardo e rilanciata sulla salita finale, posta a 3 km dal traguardo, ha permesso a Basso di non subire il ritorno del gruppo, ben controllato dai suoi compagni di squadra. Veemente quindi il suo sprint su Martin, nonostante non sia esattamente la sua arma migliore.

Il successo dell'italiano coincide anche con l'ultima gara della Liquigas-Cannondale, che dopo otto anni di sponsorizzazione lascia il mondo del ciclismo. Il team chiude la stagione mettendo in bacheca il 38° successo. "E' una vittoria fortemente voluta ed emozionante", così il saluto di Basso.