Ciclismo, la Wada assolve Froome e archivia il procedimento a suo carico

Chris Froome è stato assolto dalle accuse di doping. Il suo caso è stato archiviato e l'inglese ha ringraziato tutti: "Ringrazio tutti quelli che mi hanno supportato e che hanno creduto in me"

Ciclismo, la Wada assolve Froome e archivia il procedimento a suo carico

Chris Froome è stato assolto. La Wada ha deciso di archiviare la posizione dell'ultimo vincitore del Giro d'Italia che potrà dunque prendere parte al Tour de France. Non c'è stata dunque alcuna violazione delle norme antidoping con il tribunale dell'UCI che ha chiuso il procedimento a suo carico: "Dopo aver preso in considerazione tutte le prove rilevanti nel dettaglio. Il 28 giugno 2018, la WADA ha informato l’UCI che avrebbe accettato, sulla base dei fatti specifici del caso, che i risultati del campione inglese non costituivano un AAF. L'UCI ha deciso, in base alla posizione della WADA, di archiviare il procedimento contro il sig. Froome".

Il vincitore del Giro 2018 è parso sollevato e potrà dunque prendere parte alla sua competizione preferita il Tour de France. Il ciclista inglese ha voluto ringraziare tutti quelli che hanno creduto in lui con un tweet: "Sono grato e sollevato: finalmente posso mettere alle spalle questo capitolo, sono stati nove mesi molto emotivi. Ringrazio tutti quelli che mi hanno supportato e che hanno creduto in me".

Commenti