Col tonfo Juventus, Ronaldo non avrà dubbi: ecco dove andrà

Cristiano Ronaldo ha già pronta l'ipotesi Manchester United nel caso in cui la Juventus non ce la farà a qualificarsi per la Champions League

Col tonfo Juventus, Ronaldo non avrà dubbi: ecco dove andrà

La Juventus attende trepidante di giocare contro il Bologna di Sinisa Mihajlovic. I bianconeri, infatti, devono vincere e poi sperare che almeno una tra Napoli e Milan, impegnate contro Verona al Maradona e Atalanta al Gewiss Stadium, stecchino per approdare in Champions League a discapito proprio della squadra di Gennaro Gattuso o di quella di Stefano Pioli. Se azzurri e rossoneri, però, vinceranno le rispettive partite la Juventus resterà fuori dalla Champions League anche con una vittoria contro i felsinei che almeno sulla carta appare scontata. Dalla qualificazione al tabellone principale della coppa dalle grandi orecchie dipendono tante cose tra cui il mercato, gli investimenti e il futuro di CR7.

Futuro incerto

Ad oggi il futuro di Cristiano Ronaldo è ancora in bilico e se la Juventus non dovesse centrare la Champions League c'è chi è pronto a credere che il lusitano lascerà sicuramente Torino nonostante un altro anno di contratto a 31 milioni di euro netti a stagione. Secondo quanto riporta As, infatti, l'ex Sporting Lisbona e Real Madrid è pronto a far rientro in una sua ex squadra: il Manchester United.

Secondo i media iberici, infatti, CR7 avrebbe già allacciato i contatti con Solskjaer e il suo staff per parlare di futuro e l'interesse a ritrovarsi sarebbe reciproco a distanza di 12 anni. Sarebbe un vero affare per tutti dato che la Juventus risparmierebbe 60 milioni di euro lordi per il suo ingaggio e cedendolo tra i 25 e i 30 milioni di euro metterebbe a bilancio anche una piccola plusvalenza avendolo acquistato nell'estate del 2018 per 100 milioni di euro, cifra già molto elevata per un campione assoluto ma che di anni ne aveva già 33.

Il grande ritorno

Lo United è stato il primo grande club a puntare su Cristiano Ronaldo nel lontano 2003 quando aveva solo 18 anni. Sei anni con i Red Devils, 292 presenze impreziosite da 118 gol, una Champions League in bacheca più una coppa del mondo per club, tre campionati inglesi, una Coppa d'Inghilterra, due coppe di Lega inglesi e una Community Shield. Nel 2009 lasciò l'Inghilterra per tentare la fortuna al Real Madrid con cui in nove anni vincerà 4 Champions League, tre consecutive, e una serie infinite di trofei. Dalle parti di Manchester non si sono affatto dimenticati di Cristiano e nemmeno lui si è dimenticato dei Red Devils: in caso di debacle Juventus, ma non solo, CR7 ha già il suo paracadute.

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?

Commenti