Compagni contro: Hernanes e Kovacic è lite sul penalty al Brasile

La gara inaugurale del mondiale brasiliano ha visto i padroni di casa vincere per 3 – 1 con un rigore abbastanza dubbio del quale hanno parlato televisioni e giornali. La concessione del penalty è stata commentata anche dai due interisti Hernanes e Kovacic, in campo su fronti opposti, e naturalmente di parere diverso anche per quanto riguarda il rigore.

Il discusso penalty di Brasile-Croazia

Nel secondo tempo della gara di ieri sera tra Brasile e Croazia, la partita si stava trascinando stancamente sull'1 -1 con le due formazioni che non sembravano riuscire a trovare la via della rete, quando Fred crolla letteralmente nell'area croata dopo un tocco impercettibile di Lovren. L'arbitro giapponese concede il rigore, ammonendo anche il difensore e successivamente Neymar realizza dal dischetto. Le proteste della formazione croata sul campo sono continuate anche dopo la fine della gara nelle interviste del dopopartita ed anche secondo l'opinione di gran parte dei giornalisti della carta stampata e delle televisioni, il penalty è stato concesso con una certa "larghezza di manica" dal fischietto nipponico.

Nel dopogara hanno parlato di questo ed altro anche i due compagni di squadra dell'Inter, il brasiliano Hernanes, che è subentrato nella ripresa, ed il croato Kovacic, che è invece entrato in campo dall'inizio, salvo poi essere sostituito dal suo tecnico sul risultato di 1 – 1.

Parlando del rigore Kovacic contesta l'assegnazione dichiarando che Fred si è buttato e pertanto il rigore era inesistente. Il giovane centrocampista croato si sofferma poi anche su altri episodi, come la gomitata di Neymar a Modric, secondo lui meritevole del rosso, invece che del giallo assegnato dall'arbitro, e sull'annullamento della rete del 2 -2 per un presunto fallo di Olic su Julio Cesar. La conclusione di Kovacic è lapidaria e si allinea a quella dei compagni:

" Se la Fifa vuole che il Brasile vinca il Mondiale allora è meglio andare tutti a casa".

Di segno nettamente opposto le parole di Hernanes che contesta le valutazioni espresse dal suo compagno di squadra nell'Inter. Secondo l'ex Laziale possono esserci dei dubbi sul rigore, ma soltanto riguardando l'azione alla moviola, mentre dal campo l'intervento falloso sembrava netto. Sono errori che possono avvenire in una partita e l'affermazione con la quale si dice che la Federazione ha interesse a favorire il Brasile non ha alcun fondamento. Hernanes ricorda anche che il Brasile stava schiacciando l'avversario nella sua metà campo e che, a suo parere, anche senza il rigore la sua Nazionale avrebbe trovato il goal vincente.

Ed ora per entrambi i giocatori e le rispettive nazionali c'è solo da azzerare questo risultato e da prepararsi per i prossimi scontro con Messico e Camerun, che intanto oggi giocano la loro sfida.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.