"La Coppa Italia mettila nel...", lo striscione contro l'Inter durante la festa del Milan

Come nel 2007 con Ambrosini, anche questa volta alcuni tifosi del Milan hanno passato ai calciatori rossoneri uno striscione di insulto nei confronti dell'Inter. La Procura della Figc aprirà un'inchiesta su quanto accaduto durante la festa scudetto

"La Coppa Italia mettila nel...", lo striscione contro l'Inter durante la festa del Milan

I festeggiamenti scudetto del Milan sono stati macchiati da un brutto episodio. Sul pullman scoperto che trasportava i giocatori rossoneri, infatti, è spuntato uno striscione (ovviamente passato da alcuni tifosi del Diavolo) con una frase poco carina nei confronti dei cugini, secondi classificati e vincitori della coppa nazionale: "La Coppa Italia mettila nel c...". Sono passati 15 anni da un episodio anologo avvenuto nel 2007, quando l'Inter vinse lo scudetto con Roberto Mancini in panchina e il Milan conquistò la Champions League in finale contro il Liverpool ad Atene. In quel caso a ricevere ed esibire lo striscione incriminato fu Massimo Ambrosini: "Lo scudetto mettilo nel c...".

La Procura Figc ha deciso che avvierà un'inchiesta per quanto successo sullo striscione di insulto nei confronti dell'Inter. Il procedimento molto probabilmente sarà aperto "per presunta violazione dell'art 4 del Codice di giustizia sportiva". I due giocatori che hanno esibito lo striscione sono il portiere rossonero Mike Maignan e il centrocampista Rade Krunic. Il derby delle provocazioni è poi continuato con cori e con altri striscioni come quello con una foto di Inzaghi con la scritta "Spiaze".

Sassolini dalle scarpe

L'episodio dello striscione ha sollevato qualche polemica che avrà sicuramente degli strascichi da qui alle prossime settimane ma si tratta di schermaglie, colorite, da Stracittadina. Chi ha invece voluto togliersi qualche sassolino dalle scarpe, soprattutto nei confronti dei media, è stato Stefano Pioli che durante i festeggiamenti ha scaldato i cuori dei tifosi con queste semplici parole: "A chi ci aveva detto che eravamo più forti senza di voi, non ci aveva capito un c...". Da quel momento in poi il tecnico rossonero, che ha ritrovato la medaglia rubata durante i festeggiamenti al Mapei Stadium, ha ricevuto l'omaggio dei supporter del Diavolo con il coro "Pioli is on fire" che è ormai diventato un marchio di fabbrica.

Commenti