Coronavirus, è caos sulla Serie A. L'Asl blocca il Napoli, la Juve: "Noi scenderemo in campo"

L'ondata di contagi da coronavirus che ha travolto il Genoa ha coinvolto anche il Napoli con due soli contagi che preoccupano. L'Asl della Campania blocca la partenza degli azzurri ma il club bianconero vuole giocare

La Serie A è stata "travolta" dal coronavirus con la positività di ben 19 calciatori del Genoa che hanno inevitabilmente creato il panico tra i 20 club e non solo. I rossoblù non sono scesi in campo oggi pomeriggio conttro il Torino di Marco Giampaolo mebtre la sfida di domani sera tra la Juventus di Andrea Pirlo e il Napoli di Gennaro Gattuso è a forte rischio vista la positività di due calciatori azzurri, Zielinski ed Elmas, dato che i partenopei nello scorso turno di campionato hanno giocato proprio contro il Grifone.

Il Napoli in questi giorni ha svolto tamponi a tappeto su tutta la rosa e i membri dello staff e domani mattina ripeterà gli esami che finora hanno evidenziato le due positività dei calciatori più un membro dello staff. Secondo i rumors Aurelio De Laurentiis avrebbe telefonato al collega bianconero Andrea Agnelli chiedendo di non giocare il match dell'Allianz Stadium per non mettere in "pericolo" i calciatori di entrambe le squadre ma ad oggi il big match della terza giornata si dovrebbe disputare senza alcun problema a meno che nella giornata di domani non risulteranno positivi tanti altri calciatori azzurri.

L'Asl blocca tutto ma poi precisa

L'Asl della Regione Campania, Napoli 1, ha però bloccato la partenza degli azzurri per Torino con tutti i calciatori che sono stati rimandati a casa in isolamento fiduciario. La squadra di Gattuso, infatti, sarebbe dovuta partire questa sera alle ore 19.45 da Capodichino ma per questa volontà della Regione gli azzurri non sono partiti e sono stati rispediti a Castelvolturno. Secondo quanto riporta l'Ansa la Asl non avrebbe esplicitato nessun divieto al Napoli ma l'azienda sanitaria, competente sul piano medico, non è tenuta ad esplicitare che giuridicamente il protocollo sugli atleti professionisti varato dal Ministero della Salute all'ultimo punto prevede la possibilità per i calciatori, a fronte della negatività del tampone, di scendere in campo e consentire il regolare svolgimento della gara.

La Lega Serie A prende una posizione

La Lega Serie A ha deciso di rompere gli indugi e ha comunicato che la partita di domani sera dello Stadium si giocherà regolarmente e l'ha fatto con una nota alll'Ansa: "La Lega Serie A conferma che la gara Juventus-Napoli, valida per la terza giornata di campionato, resta in programma per domani alle 20.45".

Anche la Juventus ha deciso di rompere il silenzio e gli indugi con un tweet che non lascia spazio ad alcuna interpretazione: "Juventus Football Club comunica che la Prima Squadra scenderà in campo per la gara Juventus – Napoli domani alle 20.45, come previsto dal calendario della Lega di Serie A", il cinguettio deciso della Vecchia Signora che non vuole il rinvio ma vuole scendere in campo come da programma

[

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.