CR7 colpisce la raccattapalle con una pallonata: ecco com'è andata a finire

CR7 ha colpito con una pallonata una steward nel riscaldamento di Young Boys-United ma fortunatamente la donna non ha riportato conseguenze. A fine gara il portoghese le dona la sua maglia

CR7 colpisce la raccattapalle con una pallonata: ecco com'è andata a finire

Esordio agrodolce per Cristiano Ronaldo in Champions League con la maglia del Manchester United. Il fuoriclasse portoghese, infatti, ha sì segnato la rete del vantaggio con i Red Devils che sono però stati sconfitti in maniera inaspettata dagli svizzeri dello Young Boys, impostisi per 2-1. Da segnalare, però, come gli ospiti abbiano giocato in 10 uomini dal 35' del primo tempo per via dell'espulsione del difensore Wan-Bissaka per eccesso di foga nell'intervento su un avversario.

Campione in campo e fuori

Cristiano Ronaldo prima dell'inizio della partita si era reso protagonista di un episodio che fortuntamente non ha avuto conseguenze. Il fuoriclasse di Funchal, infatti, durante il riscaldamento ha colpito con una pallonata una steward posizionata a bordo campo con la donna che si era accasciata al suolo dolorante. L'ex giocatore della Juventus si è però subito precipitato a controllare le condizioni della malcapitata a cui a fine gara il 36enne di Funchal ha anche regalato la sua maglietta di gioco.

La donna ha anche mostrato il dono del portoghese e questa istantanea sta facendo il giro del web:

Numeri da capogiro

CR7 con quella di ieri sera contro lo Young Boys ha toccato quota 177 presenze in Champions come l'ex compagno di squadra Iker Casillas. L'ex Juventus, però, detiene anche il record di reti e di assist nella competizione. 136 reti in 183 presenze complessive tra Real Madrid, Manchester United e Juventus per un giocatore capace di segnare la bellezza di 788 reti tra club e nazionali: un'enormità per un giocatore di 36 anni che ha però ancora voglia di stupire il mondo intero.

La sconfitta rimediata contro gli svizzeri dello Young Boys, però complica il girone dei Red Devils che hanno però ancora cinque partite per rimettersi in carreggiata con CR7 che ha voglia di vincere la sua sesta Champions League dopo le quattro conquistate con i blancos del Real e quella messa in bacheca con la maglia dello United nel 2009. Cristiano sogna di rivincerla con la maglia dello United con cui la vinse la prima volta 13 anni fa e sarebbe davvero una storia bellissima per un fuoriclasse senza tempo.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti