CR7 e soci, i prigionieri ballano in gabbia

Cristiano salta il test, Mbappe compra casa a Madrid: avanti col tormentone

CR7 e soci, i prigionieri ballano in gabbia

Se pensavate che con l'affaire Messi si fosse toccato il picco, tenetevi forte perché questi giorni potrebbero regalare altri colpi clamorosi. Nelle ultime settimane non si è fatto che parlare di Leo al Psg, cosa che di certo non avrà fatto molto piacere a Cristiano Ronaldo, l'altro 50% di quel dualismo simbolo degli ultimi quindici anni. E, chissà, magari questo ha convinto CR7 che per continuare a vincere forse la Juve non è più la piazza giusta. Potrebbe esserlo il Real dell'amico Ancelotti o, perché no, proprio il PSG del nemico Messi, anche se c'è chi dice di stare attento al City se non fa Kane. In fin dei conti, nonostante una condizione invidiabile, Cristiano è vicino ai 37 e sa bene che ormai il tempo non è più dalla sua. Inoltre, dopo lo sfogo social senza citare la Juve, ieri il portoghese era assente contro l'Under 23: un riposo concordato in vista di Udine, ma che non fa che aumentare le voci sulla sua permanenza. Il suo futuro potrebbe così intrecciarsi con quello di un altro fenomeno, molto più giovane ma anche lui piuttosto scontento: Kylian Mbappé. Pure qui c'è Messi di mezzo: con l'arrivo dell'argentino, il francese ha rifiutato il rinnovo: sogna il Real. La trattativa pare complicata, perché il Psg non cede pur sapendo che lo perderà a zero l'anno prossimo. Intanto, però, dalla Spagna arriva la notizia che Mbappé avrebbe comprato casa a Madrid: se così fosse, l'operazione potrebbe davvero infiammarsi. Ecco allora che, con Kylian in blancos, Cristiano potrebbe andare a Parigi e diventare così compagno di squadra di Messi: uno scenario impensabile fino a pochi mesi fa. Ma c'è un altro scontento è Harry Kane: lui vuole il City, ma il Tottenham non lo lascia partire. Guardiola però non si arrende e il fatto che l'inglese non sia stato convocato per la Conference League è un segnale. Infine al club degli imprigionati si è aggiunto anche Robert Lewandowski, che vorrebbe vivere un'ultima grande esperienza in un campionato diverso. L'addio non è impossibile, anche perché il Bayern deve tanto all'attaccante polacco e non si opporrebbe alla sua partenza, ma la richiesta è alta: 115 milioni.

Tornando all'Italia, a Milano. Marcus Thuram è sempre più vicino all'Inter, che avrebbe ridotto la distanza economica rispetto ai 30 milioni chiesti dal Gladbach. Florenzi oggi sbarca al Milan. E a proposito di campioni d'Europa, Emerson va al Lione.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti