CR7 furioso per un suo gol fantasma: esce dal campo e lancia la fascia

CR7 segna il 3-2 nel recupero di Serbia-Portogallo ma la terna arbitrale non vede che il pallone ha varcato la linea e la gol line technology non c'è nelle sfide di qualificazione ai mondiali. "Siamo stati danneggiati", lo sfogo social dell'attaccante della Juve

CR7 furioso per un suo gol fantasma: esce dal campo e lancia la fascia

Cristiano Ronaldo e Portogallo furiosi al termine del match contro la Serbia valevole per le qualificazioni ai mondiali in Qatar 2022. Minuto 94' dell'infuocata sfida del Marakana di Belgrado: Cristiano Ronaldo segna il gol del 2-3 finale ma nessuno della terna arbitrale si accorge che il pallone ha varcato per intero la linea di porta. In questa fase, inspiegabilmente, non è previsto l'utilizzo della gol line technology e l'errore è sempre dietro l'angolo:

Furia cieca

Cristiano Ronaldo, capitano del suo Portogallo, per questa clamorosa svista protesta in maniera vibrante nei confronti della terna arbitrale e viene ammonito. Al triplice fischio del direttore di gara, l'olandese Danny Makkelie, l'attaccante della Juventus getta per terra la fascia e se ne va furioso negli spogliatoi. La sua rete avrebbe infatti permesso al Portogallo di vincere per 3-2 al termine di una gara ricca di emozioni e scoppiettante con i lusitani avanti di due gol, grazie alla doppietta di Diogo Jota, e poi ripresi sul 2-2 dai padroni di casa in rete con Mitrovic e Kostic.

Lo sfogo social

Il video del clamoroso gol non assegnato a CR7 ha subito fatto il giro del web con il 36enne di Funchal che ha deciso di affidare ai social il suo sfogo:"Ci sono momenti difficili da gestire, soprattutto quando sentiamo che un'intera nazione è stata danneggiata", inizia così il suo pensiero dopo il gol fantasma non assegnato."Essere capitano della Nazionale del Portogallo è uno dei più grandi privilegi, un orgoglio per la mia vita, do e darò sempre tutto per il mio Paese, questo non cambierà mai. Alza la testa e affronta la prossima sfida, forza Portogallo!".

Il Portogallo era partito con il piede giusto nella prima giornata battendo per 1-0 l'Azerbaigian e i due punti persi contro la Serbia gridano ancora vendetta. CR7 e compagni, però, avranno modo di poter rimediata dato che martedì 30 marzo giocheranno un altro match di qualificazione ai mondiali del 2022 contro il modesto Lussemburgo. Servirà il miglior Cristiano Ronaldo ma i lusitani avranno la chance per salire a quota 7 in classifica nel proprio girone di qualificazione: il ct Santos si augura però che questa svista arbitrali non condizioni il prosieguo del cammino dei campioni d'Europa nel 2016 verso Qatar 2022.

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?

Commenti