"Getta la maglia della Juventus". Ecco la verità sul gesto di Cr7

I social sono esplosi per il lancio della maglia di CR7 ma la realtà è un'altra: il portoghese non l'avrebbe lanciata in segno di stizza bensì per donarla ad un raccattapalle

"Getta la maglia della Juventus". Ecco la verità sul gesto di Cr7

La Juventus di Andrea Pirlo ha avuto la meglio per 3-1 sul Genoa di Davide Ballardini e grazie a questo successo i bianconeri restano attaccati al Milan di Stefano Pioli con solo una lunghezza di distanza. A decidere le sorti della partita in favore della Vecchia Signora ci hanno pensato le reti di Dejan Kulusevski, Alvaro Morata e Weston McKennie. Cristiano Ronaldo non è riuscito a segnare e nell'azione del 2-0 della Juventus ha centrato il palo da pochi centimetri a porta sguarnita. Il portoghese è rimasto a secco e al termine del match dello Stadium ha anche lanciato la sua maglia scatenando la rabbia di molti tifosi bianconeri. La verità però è un'altra.

L'arringa difensiva

"Ci teneva a segnare. È normale che uno del suo calibro voglia sempre migliorarsi e certe occasioni potevano essere sfruttate meglio", ha commentato Andrea Pirlo al termine della partita. Il tecnico della Juventus ha poi continuato cercando di minimizzare quanto accaduto: "Una multa? Non penso proprio, la partita era finita, sono attimi di nervosismo che capitano". In realtà però non ce n'era nemmeno bisogno di una difesa perché CR7 sarebbe stato vittima un malinteso.

I social sono esplosi per il lancio della maglia di CR7 ma la realtà sarebbe però un'altra: il portoghese non l'avrebbe lanciata in segno di stizza bensì per donarla ad un raccattapalle. La ricostruzione fatta a caldo in tv sarebbe dunque errata con Cristiano che ha sì lanciato la maglia ma non in quanto stizzito bensì per "donarla" ad una raccattapalle che gliela aveva richiesta.

Il post

CR7 ha anche postato una foto su Instagram al termine del match vinto contro il Genoa per caricare l'ambiente in vista di queste ultime calde settimane in cui la Juventus si gioca un posto in Champions League e la finale di Coppa Italia contro l'Atalanta. Nessuna polemica, dunque, ma solo un gesto male interpretato con CR7 che vuole chiudere nel miglior modo possibile questa travagliata stagione per i colori bianconeri prima di dedicarsi a Euro 2021 con il suo Portogallo.

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?

Commenti