La panchina di una big di Serie A può finire nelle mani di De Rossi

La Fiorentina pare abbia scelto Daniele De Rossi in vita della prossima stagione. L'ex giocatore della Roma non ha ancora il tesserino per poter allenare ma si attende una deroga speciale

La Fiorentina pare abbia scelto il suo allenatore per la prossima stagione e si tratta di un nome inaspettato: Daniele De Rossi. Il 36enne ex centrocampista e bandiera della Roma ha da pochi mesi appeso le scarpe al chiodo, dopo la breve ma significativa parentesi al Boca Juniors, ma potrebbe tornare presto sui campi da calcio ma in una veste nuova quella da tecnico. Secondo quanto riporta Sky Sport, infatti, Rocco Commisso, il suo braccio destro Joe Barone e il ds Daniele Pradé hanno scelto proprio "capitan futuro" per sedersi sulla scottante panchina viola. Il patron del club toscano aveva già cercato De Rossi nella passata stagione ma in veste da calciatore con l'ex Roma che decise poi di sposare il club sudamericano di cui è grande tifoso Diego Armando Maradona.

Anni difficili

Nonostante i forti investimenti messi in atto da Commisso la Fiorentina si sta giocando la salvezza e a nove turni dalla fine del campionato non può di certo ritenersi in salvo dato che ha solo 6 punti di vantaggio sul Lecce terzultimo. Dai salentini fino ad arrivare al trittico formato da Udinese-Torino e Fiorentina, a quota 31 punti, nessuno si può sentire in salvo con le due genovesi ad occupare la sedicesima e la diciassettesima posizione con 29 punti i blucerchiati e 26 i rossoblù.

Eppure la Fiorentina ha costruito una squadra ambiziosa ricca di talenti e di giocatori appetiti dai grandi club italiani. Montella prima e Iachini ora, però, non sono riusciti ad elevare il livello della squadra e toccherà dunque a De Rossi con la sua brillantezza e voglia di emergere cercare di riportare in alto la Fiorentina. Attenzione, però, anche al nome di Luciano Spalletti che è da tempo nel mirino della viola e potrebbe contendere il posto all'ex giocatore della Roma ma prima dovrà liberarsi dal suo contratto con l'Inter fino al 2021.

Problemi burocratici

De Rossi però al momento non possiede ancora il tesserino da allenatore e si sta dunque studiando un'alternativa per permettergli di potersi sedere in panchina senza infrangere il regolamento. Molto probabilmente il club viola dovrà chiedere una deroga ed è possibile che venga concessa come avvenuto nel 2000 per Roberto Mancini che da vice di Eriksson alla Lazio divenne allenatore della Fiorentina pur non avendo ancora il tesserino.

Il suo grande amico Francesco Totti ha intrapreso un'altra strada mentre De Rossi aveva già ammesso la sua voglia di studiare per diventare allenatore: "Inizierò questo percorso non solo perché mi piacerebbe, penso proprio di saperlo faree. Mi è sempre stato riconosciuto questo ruolo di leader: quindi magari sarò un pochino avvantaggiato da questo punto di vista ma essere allenatore è anche tanto altro".

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.