Dea, macchina gol che trasforma i difensori in bomber

Con 9 centri e 8 assist il terzino Gosens è infatti il migliore nei cinque campionati top europei

Dea, macchina gol che trasforma i difensori in bomber

Siamo tutti un po' allenatori, convinti che la nostra opinione su questa o quella squadra, questo o quel giocatore possa davvero valere qualcosa. E un po' è anche vero. Ma c'è una cosa che (anche) nel calcio non è controvertibile: i numeri. Quelli non mentono e sono poco, pochissimo, soggetti a interpretazioni e per nulla ad opinioni e pareri. E allora se i peana per l'Atalanta che gioca benissimo, vince e dà spettacolo si sprecano (a ragione), ci sono i numeri che confermano in pieno i meriti della banda Gasperini che punta quota 100 ma non ambisce alla pensione. No, perché con i 6 gol rifilati al Brescia, la sua squadra è già arrivata a 93 in stagione e ora ha nel mirino la tripla cifra.

Una macchina da gol quella nerazzurra quasi da record, che sta battendo un primato che in serie A durava da 60 anni. Il Napoli di Sarri (2017) è distante solo un gol con 5 gare da giocare. Azzurri a parte, era dal 1960 che una squadra di Serie A non superava quota 90 gol dopo 33 giornate. L'ultima fu la Juventus di Charles, Boniperti e Sivori che arrivò a quota 91. Meglio della Dea soltanto squadre entrate nel mito: il Milan del GreNoLi che nel '50 raggiunse quota 103 e nel '51 101 e il grande Torino che nel 1948 arrivò a 91. Ma la super media di quasi 3 gol a partita è impressionante anche in Europa. Soltanto il Bayern Monaco in 34 giornate ha raggiunto le 100 marcature. Real Madrid, Barcellona, Liverpool e Manchester City, così per citare qualche squadretta, hanno fatto peggio della Dea. E così anche lo scoglio Paris Saint Germain nei quarti di Champions fa un po' meno paura.

Ci sono poi altri dati che fanno impressione. Perché più che macchina da gol l'Atalanta può essere considerata una cooperativa del gol. Il gioco travolgente e divertente della Dea fa sì che trovino la via della rete un po' tutti. Se il capocannoniere è Muriel con 17 reti (10 delle quali realizzate da subentrato, un altro record assoluto), in doppia cifra ci sono anche Zapata con 16 e Ilicic a quota 15 ma ci sono anche Pasalic e Gosens a 9, Malinovskyi a 7 e Gomez a 6. Ma Gosens merita una menzione a parte: con 9 gol e 8 assist, lui che di professione farebbe il difensore, è il miglior per rendimento nei cinque campionati top in Europa. Un record. Un altro. E di primato in primato l'asticella del sogno atalantino si fa sempre più alta. E diventa ogni giorno, e ad ogni gol, sempre più reale.