"Dovevano continuare...". Scoppia la rissa sull'oro italiano

L'ex campionessa del salto con l'asta Isinbayeva ha criticato la scelta di Tamberi e Barshim di non continuare a gareggiare. Forsbury sta invece dalla parte dei due atleti

"Dovevano continuare...". Scoppia la rissa sull'oro italiano

Gianmarco Tamberi e Mutaz Barshim hanno deciso di prendersi entrambi la medaglia d'oro e di non continuare a battagliare affinché alla fine fosse solo uno a spuntarla. Questa scelta, però, è stata aspramente criticata dall'ex fuoriclasse del salto con l'asta, la russa Yelena Isinbayeva, che sui social ha criticato la scelta dell'azzurro e del qatariota di "accontentarsi" dell'oro: "Avrebbero dovuto continuare a saltare", l'affondo della due volte medaglia d'oro Isinbayeva che ha però trovato la risposta di Dick Fosbury, leggenda del salto in alto che ha replicato in maniera netta alle parole della russa: "Non mi hanno infastidito. E' stata una competizione perfetta senza errori fino all'eliminazione. Sono due grandi campioni".

Un successo meritato

"Sono le 6 di mattina e ho paura di andare a dormire... non voglio svegliarmi da questo sogno che sembra cosi tanto realtà!". ha scritto in un post pubblicato su Instagram durante la sua notte insonne, Gianmarco Tamberi, medaglia d'oro nel salto in alto alle Olimpiadi di Tokyo 2020.

Tamberi ha motivato così la scelta di non continuare a gareggiare con "l'amico" Barshim: "Come ci ha detto qualche giorno fa un grande campione come Gregorio Paltrinieri, in queste competizioni non conta il fisico, è il cuore a fare la differenza".

Cinque anni fa, a Rio 2016, Tamberi non potè gareggiare per via di un gravissimo infortunio alla caviglia subito a ridosso della competizione a cinque cerchi e la sua amarezza a distanza di un lustro si è trasformato in una grande gioia con una medaglia d'oro conquistata grazie a sacrificio, abnegazione, classe, talento e fame.

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti