Due squadre di Premier mettono gli occhi su Ancelotti

Dopo nemmeno ventiquatt'ore dall'esonero, sul tecnico di Reggiolo ci sarebbero già Everton e Arsenal

Nemmeno il tempo di dirsi addio con Aurelio De Laurentiis che già fioccano le indiscrezioni sul futuro di Carlo Ancelotti. Dall’Inghilterra assicurano che l’ormai ex allenatore del Napoli è finito nel mirino di due squadre importanti della Premier League.

Stando a quanto riporta il Telegraph, Ancelotti sarebbe finito nel mirino dell’Everton e, soprattutto, dell’Arsenal. Le due squadre, da qualche settimana, hanno esonerato i loro tecnici, rispettivamente Marco Silva e Unay Emery a causa dei cattivi risultati riportati finora in campionato. Per i media inglesi, l’Everton vorrebbe tentare di portare il “leader calmo” nella sponda blu di Liverpool. Sarebbe un colpo importante per la società, un’ammissione di maggiori ambizioni proprio nel momento in cui gli storici rivali cittadini dei Red dominano in Premier e in Europa. La sfida sarebbe importante perché Ancelotti sarebbe chiamato a risollevare dai bassifondi della classifica una squadra delusa che esce dalla brutta sconfitta patita nel derby casalingo contro il Liverpool di Klopp eppure capace di riscattarsi battendo, sabato scorso, i ragazzi terribili del Chelsea di Lampard.

Il matrimonio, però, non sarebbe così facile a concludersi. Perché tra i Toffee e Ancelotti si sarebbe piazzato l’Arsenal. I Gunners sono in crisi cronica di risultati e soddisfazioni europee. La situazione all’interno dello spogliatoio è, probabilmente, ancora più infuocata di quella che ha lasciato a Napoli. Per il momento, la panchina lasciata vuota da Emery dopo la sconfitta patita dall’Arsenal in Europa League contro l’Eintracht Francoforte è stata affidata allo svedese Fredrik Ljungberg, vecchia bandiera del club. Una scelta che ricorda molto da vicino quella del Manchester United che, per il dopo Mourinho, ha affidato la guida ad interim a Solskjaer, poi confermato grazie al filotto di vittorie che ha consentito ai Red Devils di acciuffare (almeno) la qualificazione in Europa League.

Resta da valutare, inoltre, cosa intenderà fare il tecnico di Reggiolo. Non sono passate nemmeno ventiquatt’ore dal suo addio alla panchina azzurra, “celebrato” col vittoria al San Paolo per 4-0 a spese del modesto Genk. La notizia dell’esonero di Ancelotti, a pochi minuti dalla qualificazione agli ottavi di Champions conquistata dal suo Napoli, ha fatto il giro di tutti i giornali europei. Il twitt della società azzurra è stato rilanciato ovunque e la notizia, a quanto pare dalle indiscrezioni che hanno iniziato a farsi largo da subito, è stata accolta con entusiasmo in quei club che cercano un nuovo timoniere per le loro squadre.

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

amicomuffo

Ven, 13/12/2019 - 09:12

alla faccia di De Laurentis!