E il caso Under 21 spaventa il campionato

Un positivo a 24 ore dalla partita: ieri test per la squadra in tarda serata

E il caso Under 21 spaventa il campionato

L'allenamento alla vigilia della gara amichevole con la Slovenia improvvisamente annullato senza un motivo, poi a distanza di qualche ora il giallo viene svelato. Nel gruppo della Nazionale Under 21, in ritiro a Lignano Sabbiadoro, si verifica un nuovo, inatteso, caso di positività al Covid-19 (già due giocatori erano tornati a casa). Un caso che ora preoccupa in vista della ripartenza del campionato fra 16 giorni. Il calciatore in questione, asintomatico, era risultato negativo al primo tampone del 30 agosto ed era stato così ammesso al gruppo squadra come da protocollo vigente. Dopo il secondo, invece, è emersa la positività, così il calciatore è stato escluso dal ritiro e seguirà le indicazioni della Asl competente tempestivamente avvertita. Nel rispetto delle attuali disposizioni l'allenamento previsto è stato annullato e la squadra ha fatto rientro in albergo per porsi in isolamento fiduciario. E in tarda serata tutta la delegazione, compreso lo staff, negativa al secondo tampone, ha ripetuto gli esami molecolari per valutarne le condizioni.

La partita di oggi con la Slovenia dovrebbe disputarsi regolarmente, a meno di un'epidemia rilevata dai nuovi esami (il ct Nicolato aveva convocato 31 calciatori): il protocollo Uefa prevede infatti che se un gruppo di giocatori viene messo in quarantena obbligatoria o in autoisolamento per decisione di un'autorità nazionale/locale competente, la gara venga disputata come previsto purché la squadra abbia almeno 13 giocatori disponibili (di cui almeno un portiere), tutti siano idonei a rappresentare l'Under 21 e che siano risultati negativi ai test.

E se a Coverciano il nuovo giro di tamponi al gruppo squadra della Nazionale di Mancini ha dato esiti negativi, compreso Jorginho arrivato martedì sera in ritiro dopo l'isolamento al Chelsea per alcuni casi in rosa (il centrocampista è subito sceso in campo e dovrebbe essere titolare domani contro la Bosnia), sono invece risultati positivi tre calciatori del Paris Saint Germain: Di Maria, Paredes e Neymar, tutti ritrovatisi in vacanza a Ibiza. Ma il caso Psg potrebbe non chiudersi qui perché con loro c'erano anche Icardi, Navas, Rico e Verratti. Restano in forse le gare con il Lens (giovedì 10 settembre, recupero della seconda di campionato) e con il Marsiglia (domenica 13).

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti