Europei under 21, l'Italia supera 3-1 il Belgio: la qualificazione è ancora in bilico

Successo per gli azzurrini che battono 3-1 il Belgio, ancora incerto il passaggio di turno per l'Italia che spera nel passaggio di turno come migliore seconda

L'Italia supera il Belgio con il punteggio di 3-1, gli azzurrini concludono al secondo posto il girone di qualificazione e dovranno ancora attendere per conoscere il loro destino negli Europei under 21.

Una vittoria dal sapore agrodolce per i ragazzi di Gigi Di Biagio, che grazie alle rete di Barella sul finire del primo tempo e nella ripresa di Cutrone e Chiesa regolano il Belgio già eliminato. Il successo non assicura però il passaggio del turno, vista la contemporanea vittoria della Spagna contro la Polonia che dilaga con un rotondo 5-0 assicurandosi la vetta del girone A.

Buon avvio degli azzurrini che prendono subito in mano le redini della partita. Al 7' la prima grande occasione, Pezzella mette in mezzo un cross perfetto dalla sinistra: inserimento di Barella, che colpisce di testa in tuffo a centro area ma la palla sibila il palo e finisce fuori. Al 10' la reazione del Belgio, Lukebakio sorprende la difesa azzurra e di sinistro ci prova da posizione defilata: ma è pronta la risposta di Meret. Al 17' ci prova Mandragora con un sinistro radente che finisce fuori di un soffio. E' l'Italia a fare sempre la partita ma fatica ad arrivare dalle parti di De Wolf. Sul finire del primo tempo il vantaggio azzurro, Barella inzucca sulla torre di Lorenzo Pellegrini: De Wolf si supera con un grande riflesso, ma nulla può sulla ribattuta del centrocampista sardo, che di sinistro deposita in rete.

Comincia la ripresa e l'Italia riprende subito a macinare gioco. Al 53' il raddoppio azzurro, cross di Pellegrini sullo scarico di Pezzella: irrompe Cutrone, che stacca tra i due centrali e con una perfetta torsione di testa batte De Wolf. Al 64' l'Italia sfiora il tris, deviazione di Bornauw sullo scavetto di Pellegrini che mette in porta Locatelli: sinistro in spaccata del centrocampista che finisce fuori di un soffio. Il Belgio prova a scuotersi e al 79' accorcia le distanze, Verschaeren mette fuori causa Calabresi con una finta a rientrare e fulmina Meret con un destro a giro imprendibile. L'Italia ci riprova all'87' con Mancini ma il suo terzo tempo sugli sviluppi di un corner finisce sul palo. All'89' arriva il tris: apertura di Tonali per Chiesa, che insacca il pallone all'incrocio. Si alza però la bandierina dell'assistente, il Var corregge la segnalazione dell'assistente: regolare la posizione di partenza di Chiesa, finisce 3-1.

Il successo degli azzurrini non vale però ancora la qualificazione, bisognerà attendere ancora gli ultimi incontri del girone B e C per conoscere la squadra, che approderà in semifinale come migliore seconda.

BELGIO (4-4-2): De Wolf, Cools, Cobbaut, Bushiri, Bornauw; Omeonga (59' Verschaeren), Schrijvers, Heynen, Bastien (59' Mangala); Saelemaekers (74' Mbenza), Lukebakio. Ct. Walem.

ITALIA (4-3-1-2): Meret; Calabresi, Mancini, Bastoni, Pezzella; Barella (90' Di Marco), Locatelli (72'Tonali), Mandragora; Lo. Pellegrini (80' Bonazzoli); Chiesa, Cutrone. Ct. Di Biagio.

MARCATORI: 44' Barella (I), 53' Cutrone (I), 79' Veschaeren (B), 90' Chiesa (I)

Segui già la nuova pagina Sport de ilGiornale.it?

Commenti

d'annunzianof

Dom, 23/06/2019 - 00:46

Speriamo che alle prossime qualifiche ci sia un governo di destra. La sinistra porta sfiga, anzi proprio jella nera!

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Dom, 23/06/2019 - 08:21

Certo è sconcertante, la Spagna ne prende 3 da noi, noi 1 dalla Polonia e la Polonia 5 dalla Spagna. Boh