"Focoso, sensibile, sfidante": cosa dicono le lettere di Dybala

Ecco cosa rivela l'analisi della firma dell'argentino, al centro di questa estate di calciomercato

"Focoso, sensibile, sfidante": cosa dicono le lettere di Dybala

La firma di Paulo Dybala (clicca qui) esprime un carattere sensibile, focoso e sfidante per cui può facilmente utilizzare la sua aggressività sia in campo sia nei rapporti interpersonali.

L’emotività e la voglia di primeggiare garantiscono all’argentino la riuscita nel mondo calcistico, mentre nella vita privata avrebbe bisogno di trovare, con umiltà, una migliore serenità interiore che gli permetterebbe di avere meno ansia di prestazione anche nel gioco. In lui sembra albergare un sottofondo di tensione emotiva e di focosità soprattutto quando egli deve dimostrare le proprie doti di regista.

In fondo, si tratta di un personaggio dotato, oltre che di genialità calcistica, del tutto innegabile, anche di una natura oltremodo sensibile con la quale è costretto a fare i conti quotidianamente: a volte vince il genio, a volte l’emotività o l’ansia.

Ci si chiede come mai la Juve lo abbia sganciato. Forse il mondo del calcio valuta l’uomo in base al valore economico o d’immagine.

Questo è un cruccio nel mondo del calcio che può creare un disvalore relativamente al gioco, mentre dovrebbe essere fonte di valori etici e educativi per i ragazzi. In tempi passati seguivo le scuole calcio e riscontravo leggi etiche di comportamento che oggi non ritrovo: il giocatore finisce per avere una libertà che altre discipline sportive non possiedono e che, in fondo, lo rendono oggetto più che rispettarlo come soggetto.

Io spero che Dybala possa, oltre che essere un giocatore vincente, anche fare da modello ai giovani come uomo.

Commenti