Gas urticante sui giocatori, sospeso Boca Juniores - River Plate

La sostanza lanciata dai tifosi del Boca Juniores, che ora rischia sanzioni pesanti

Gas urticante sui giocatori, sospeso Boca Juniores - River Plate

Grave episodio in Argentina durante il "Superclasico" di ritorno degli ottavi di finale di Copa Libertadores tra Boca Juniores e River Plate.

Prima della ripresa, mentre i giocatori erano nel tunnel in attesa di tornare in campo, i tifosi hanno lanciato sui calciatori del River del gas urticante. Molti calciatori ospiti hanno lamentato una forte irritazione agli occhi. I più colpiti sono stati Leonardo Ponzio, Ramiro Funes Mori, Leonel Vangioni e Matias Kranevitter, che ha dichiarato: "È incredibile. Stavamo uscendo dal tunnel e an un certo punto non potevamo più respirare e i nostri occhi hanno cominciato a bruciare. Ci hanno lanciato del gas urticante. Sono dei codardi". L'arbitro Dario Herrera ha aspettato per oltre un'ora l'evolversi della situazione poi ha sospeso la partita. All'Andata il River aveva vinto per 1-0.

Ora il Boca rischia sanzioni pesantissime, dalla perdita scontata della partita a tavolino fino all'esclusione dalle coppe sudamericane da parte della Conmebol. Il presidente del club gialloblù Daniel Angelici ha chiesto scusa per l'accaduto dicendo di voler identificare i responsabili del gesto definendoli "dieci disadattati". Durissimi i giornali argentini, dove i titoli variano da "Vergogna" a "Scandalo" per un fatto che, anche in un calcio violento come quello argentino, non si erano mai viste.

Commenti