Gol fantasma: c'è un sistema che può aiutare gli arbitri L'ha ideato un ingegnere italiano

Sei telecamere e un computer per avvertire l'arbitro e costi bassi: investimento da un milione e mezzo per la serie A. Il sistema esiste e porta la firma dell'ingegner Arcangelo Distante, direttore dell'Issia-Cnr di Bari

I veleni del gol fantasma di Muntari so­no rimbalzati addosso a Buffon che ha avu­to il coraggio di dire la verità: «Se anche avessi visto dentro il pallone,non l’avrei detto all’ar­bitro». Non sarà etico, ma è così. Le colpe ve­re sono altre. A cominciare da chi sta riman­dando all’infinito l’uso della tecnologia per capire se un dannato pallone ha varcato del tutto la linea. Il sistema esiste da tempo, è ita­liano e porta la firma dell’ingegner Arcange­lo Distante, direttore dell’Issia-Cnr di Bari, che ha portato avanti gli studi in collaborazio­ne con la Federcalcio. Il programma non ha accusato una sola sbavatura nel corso della sperimentazione cui è stato sottoposto da una commissione tecnica della Fifa il 4 no­vembre.

Cos’è successo quel giorno, ingegnere?
«Si era allo stadio Friuli, sotto il diluvio uni­versale, in condizioni proibitive. E il sistema ha risposto correttamente a ogni sollecitazio­ne, dai cannoni che sparavano palloni a oltre 120 km/h alle simulazioni più estreme di gol fantasma, fornendo risposte immediate, en­tro un secondo, e in modo automatico, cioè senza intervento umano. Era quanto richie­sto­dalla Fifa a tutte le aziende che hanno par­tecipato a questa prima fase di valutazione».

Qual è stata la risposta?
«L’aspettiamo dalla riunione dell’Ifab in programma il 3 marzo. E la cosa ci ha sorpre­so perché si tratta di un organismo più politi­co che tecnico. Ci auguriamo di essere am­messi alla seconda e ultima fase di validazio­ne che dovrebbe svolgersi nei prossimi due­tre mesi. Al vincitore si spalancheranno le porte del Mondiale in Brasile».

Comunque vada, la tecnologia debutte­rà quindi nel prossimo Mondiale…
«Così s’è espresso il presidente della Fifa, Blatter, che non è mai stato favorevole alla moviola in campo ma sta ricredendosi».

Cos’ha pensato dopo il gol fantasma di San Siro? «Nell’immediatezza che non c’era biso­gno di strumenti sofisticati per convalidare la rete di Muntari, tanto sembrava evidente. Forse il guardalinee era più attento alla posi­zione del giocatore che a quella del pallone. Ho pensato che con il nostro sistema non ci sarebbero stati problemi di alcun tipo.In tem­po r­eale l’arbitro e i suoi collaboratori avreb­bero ricevuto la risposta giusta attraverso un segnale sonoro e luminoso all’orologio e al­l’auricolare. Le polemiche si sarebbero spen­te sul nascere».

Ma come funziona questo sistema?
«Al progetto iniziale, che prevedeva due te­lecamere ai lati di ogni porta, abbiamo ag­giunto una terza telecamera dietro la porta per avere la massima visibilità. C’è poi un computer che elabora in una sola immagine le tre che arrivano dalle telecamere e in qual­che decimo di secondo avverte l’arbitro di ciò che è successo. Si tratta di telecamere in grado di fornire da 300 a 400 immagini al se­condo, molto più evolute di quelle attual­mente in uso che al massimo scandiscono 50 immagini al secondo».

E i costi su cui batte la Fifa?
«Assolutamente marginali. Un sistema di questo tipo, replicato su 20 stadi, verrebbe a costare sugli 80mila euro. L’investimento di tutta la Serie A si aggirerebbe sul milione e mezzo. Ma si tratterebbe di una spesa “una tantum”che fra l’altro potrebbe rientrare nel­le infrastrutture dell’impianto. L’occhio di falco, usato nel tennis, costa 80mila euro per ogni settimana di torneo. Alla gestione è suffi­ciente un tecnico. Con altre sei telecamere a stadio, il sistema può dire con chiarezza se un giocatore è in fuorigioco e se un fallo è sta­to commesso dentro o fuori area. Ma la Fifa non vuole saperne».

E i giudici di porta non potrebbero ovvia­re ai gol fantasma?
«Solo in casi acclarati come quello di Mi­lan- Juve. L’occhio umano ha dei limiti. Me­glio la tecnologia che fra l’altro è assoluta­mente imparziale».

Commenti

barbanera

Mer, 29/02/2012 - 11:09

Ma la Fifa non vuole saperne.Indovinate perchè.Poi dice che uno non deve pensar male.

Random64

Mer, 29/02/2012 - 11:10

sarà difficile il calcio VUOLE essere ambiguo nelle decisioni..vive sulla discussione, ci vivono i giornali ci vivono le tifoserie per alimentare i loro rancori..il calcio vUOLE essere "tarocco"..vedremo

hunter 1951

Mer, 29/02/2012 - 11:18

Proprio vero !......quando si scomodano gli ingegneri per queste str...ate vuol dire che abbiamo già passato la frutta.....bisogna chiudere. Correre in aiuto....si fa per dire di questo mondo...rotondo è la barzelletta del momento.........troppa, e dico troppa disonesta vi ci regna compresi coloro che dovrebbero essere .....i giudici imparziali. Dulcis in Fundo....guardate bene la foto e....secondo voi qualcuno pùo aver avuto l'ordine di non vedere ?

milanamleto

Mer, 29/02/2012 - 11:28

Sono d'accordo per questa evoluzione, ma resto fermo nella mia opinione, per i seguenti motivi: quando non si vuole vedere o sentire diventano inutili tutte le tecnologie, negli spogliatoi hanno registrato solo lo sfogo di Galliani quello di Conte non l'hanno sentito... Hanno intervistato Buffon, non l'Arbitro, il segnalinee, il numero 22 juventino che si vede chiaro nella foto e non poteva non vedere. Hanno punito tutti i milanisti e non il vero colpevole su cui nutro molti sospetti, il Sig. Tagliavento. Chiedo un'analisi onesta da parte di tutti gli addetti, giornalisti compresi. Possibile che non vengano presi provvedimenti definitivi invece di girare attorno ai problemi molto evidenti??? milanamleto

franky6464

Mer, 29/02/2012 - 12:19

che roba!! per avere la certezza che la palla sia dentro dobbiamo consultare il pc....ahahahah quando l'errore è di portata universale e colossale come il gol di muntari (ultimo per ordine ) si dovrebbe radiare l'arbitro (in questo specifico caso il guardalinee) senza ma e se

Ritratto di Gius1

Gius1

Mer, 29/02/2012 - 12:56

E´ritornata la vecchia Juve. Lamentarsi e usufruire dei favori arbitrali. Pero´ senza Moggi e questo fa paura.. Di diverso c´ e´che non ne´piu´ la vecchia signora ma con certi giocatori che ha (chiellini-borriello-buffon) che spudoratamente vogliono vincere con arroganza e facendo punire gli aversari. Bella roba...

alessandro bettoni

Mer, 29/02/2012 - 13:21

Quando Zidane ha colpito Materazzi lo ha fatto perchè provocato, ovviamente; non perchè pazzo; quindi andava punito anche l'interista. Mexes punito per pugno: bene; e Borriello se la passa liscia. Avrà apostrofato la mamma di Mexes e lui ha reagito. Borriello o andava punito o chiamato davanti al magistrato sportivo e sentito, magari in presenza di Mexes. Qualcosa non funziona: e sento molta puzza. FIGC ha preso richiesta danni da parte della Juve per oltre 400 milioni: questo può spiegare molto.

DamyEku

Mer, 29/02/2012 - 16:50

Salve tutti sportivi e non!? Si parla troppo del gol fantasma,ma non del fuorigioco di Muntari,perchè?. E...se il segnalinee ha visto giusto x non dare il golo? E...Vidal,non rientrando forse conosce molto bene il regolamento del fuorigioco,infatti alza la mano x indicarlo o sbaglio? E...basta con cavolate da sogno,hanno dato a Chiellini del ruffiano,volevano che Buffon lo facesse,azz di contraddittori siete?.Lo sapete che se la palla invece di respirgerla Buffon sarebbe stata respinta dal palo e avrebbe segnato sempre Muntari era fuorigioco lo stesso o no?.Allora di cosa sse parla.La juve è stata danneggiata da questo episodio,infatti l'arbitro x recuperare l'errore"Non errore" ha annullato il vero gol di Matri.(BAT)

ange52

Mer, 29/02/2012 - 17:40

Salve a tutti vorrei rispondere a DamyEku, che paventa un fuorigioco di Muntari, probabilmente parla a vanvera, senza conoscerne le regole, infatti non vi è assolutamente fuorigioco in quanto un giocatore della juve Vidal è oltre la linea di fondo, in tal caso è lui che tiene in gioco Muntari: Infatti devi sapere che se un difensore oltrepassa la linea di fondocampo non mette mai in fuorigioco l'avversario. Studia prima e poi parla

paci.augusto

Mer, 29/02/2012 - 17:54

Il problema non è certamente il mezzo tecnico per accertare se il pallone è entrato o no in porta. Il problema sono gli arbitri e i responsabili delle federazioni, con la loro incrollabile supponenza( vedi dichiarazioni di Platini! ) e la riserva mentale di poter decidere certi risultati. E' quanto avviene già in magistratura, dove i togati si ritengono infallibili e conseguentemente del tutto irresponsabili verso chi subisce i loro errori o, peggio, la loro malafede!!!

villiam

Mer, 29/02/2012 - 18:16

scusate :se mettono strumenti per evitare errori come fanno dopo a far vincere chi vogliono loro ?la federzione ha ricevuto una barca di soldi,non vedono l'ora che si sotterri tutto !dicono che platini non voglia strumenti tecnici in campo ,ma chi se ne frega di quello che dice lui ,se gli sportivi italiani vogliono istallare sistemi nuovi ,che si faccia ,platini non può dettar legge in italia!!!!!

comancero

Mer, 29/02/2012 - 18:18

XDAMYEKU Vidal tiene in gioco il giocatore milanista perchè l'uscita dal campo fa parte del gioco. Per non essere considerato come uno dei due ultimi giocatori in fase di difesa dovrebbe avere l'autorizzazione da parte del direttore di gara per uscire dal campo.

hunter 1951

Mer, 29/02/2012 - 18:31

Caro DamyEku a metà pomeriggio bisogna....non eccedere in bevute troppe generose...e se non sei o non sei stato del mestiere sarebbe meglio che non scrivessi ...ca...te. Il riferimento riguarda solo l'immagine e il relativo accaduto...tutto il resto sono solo str...te.

hunter 1951

Mer, 29/02/2012 - 18:49

Di seguito al mio...precedente...caro DamyEku, qualche lettore Ti ha dato la soluzione all'immagine incriminata, però l'interpretazione giusta da dare è la seguente: un giocatore non può mai mettere in posizione irregolare un avversario ponendosi deliberatamente al di la della linea di porta. In definitiva un episodio per taluni non modifica assolutamente niente e a certi cambia...totalmente la vita, pertanto sul due a zero....non so come sarebbe andata a finire. La certezza, per me, è che esiste....un non vedere....di fronte ad un episodio del genere....anche un cieco......

Ritratto di alasnairgi

alasnairgi

Gio, 01/03/2012 - 09:59

Con tutti i soldi che girano nel mondo del calcio una spesa così sarebbe del tutto sostenibile!Chissà però se ai giornalisti andrebbe bene : non ci sarebbe più modo di innescare polemiche , non ci sarebbe più gusto !!!!!!!!!!!!

DamyEku

Gio, 01/03/2012 - 11:31

Come al solito si censurano commenti.Da tanto non entravo x tale motivo,sicuramente sarà l'ultima. Non chiedeteci di commentare,se non si può esprimere ciò che si sente.