Sport

Gp Singapore, Perez sanzionato ma vince. La beffa Ferrari: scoppia la polemica

La direzione gara ha penalizzato di soli 5 secondi Sergio Perez che ha vinto il gp di Singapore davanti alle due Ferrari di Charles Leclerc e Carlos Sainz

Gp Singapore, Perez sanzionato ma vince. La beffa Ferrari: scoppia la polemica

Sergio Perez ha vinto il gran premio di Singapore e dopo qualche ora di attesa, per via di una possibile penalizzazione, è arrivata l'ufficialità. Il messicano, infatti, era finito sotto indagine per un'infrazione commessa in regime di safety car ma ha preso solo cinque secondi di penalità vincendo lo stesso la gara. Il suo vantaggio su Charles Leclerc, secondo classificato, era di sette secondi e mezzo e quindi ha conserva il primo posto. Il pilota della Red Bull, dunque, ha vinto davanti alle due Ferrari di Leclerc e Carlos Sainz, autori entrambi un'ottima gara con il monegasco che paga l'unico errore di giornata dato che si è fatto bruciare in partenza da Sainz.

Quarto posto per Lando Norris, quinto Daniel Ricciardo, sesto Lance Stroll, settimo Sebastian Vettel davanti al campione del mondo in carica Max Verstappen (autore di una delle peggiori gare stagionali), il vice campione del mondo Lewis Hamilton, finito anche a muro nel corso della gara, e Pierre Gasly. In virtù di questo risultato, Max Verstappen deve così ritardare la sua matematica vittoria del secondo, meritato, mondiale in carriera ma è solo questione di tempo o di gran premi.

Un gran premio bagnato

Il diluvio che si è abbattuto su Singapore ha ritardato la partenza del gran premio con le vetture che sono partite con un asfalto bagnato e "proibitivo". Ad approfittarne è stato Perez che ha beffato in partenza Leclerc con una partenza bruciante che non ha poi permesso al pilota della Ferrari di rimontare. Il primo episodio della gara al giro 7 con il contatto Latifi-Zhou che ha fatto entrare in pista la safety car che ha compattato per la prima volta il gruppo.

La gara continua in maniera regolare con le Ferrari bene in pressing su Perez (autore anche del giro più veloce in pista), con Max Verstappen in continua difficoltà e con Lewis Hamilton a muro al giro 33 che fa rientrare subito ai box Leclerc, al giro 34, e Perez al giro 35. L'indicende al giro 36 di Tsunoda fa rientra in pista la safety car e al termine del giro 39 ecco che si parte con il conto alla rovescia con il tempo con l'errore di Verstappen a 33 minuti dalla fine che gli fa perdere diverse posizioni. A dieci minuti dalla fine della gara ecco la notizia sulla possibile investigazione di Perez che però non sposta gli equilibri: il messicano vince il gp di Singapore davanti alle due Ferrari.

Le parole dei protagonisti

Perez, vincitore del gran premio di Singapore, al termine del gran premio si è detto felice della sua prestazione: "Sicuramente la mia miglior prestazione stagionale. Ho controllato la gara, gli ultimi giri sono stati molto intensi". In merito all'investigazione il messicano non sa cosa succederà: "Non ho idea di cosa stia succedendo, mi è stato solo detto di aumentare il gap".

Charles Leclerc ha fatto invece autocritica per la partenza: "Ho fatto una brutta partenza ed è stato quindi difficile fare la mia gara, ho avuto anche tanto pattinamento delle gomme. A livello fisico è stato molto difficile ed ora dovrò prepararmi bene per il Giappone".

Commenti