La grande beffa per il Milan. Un "blitz" a Torino cambia tutto

Gigio Donnarumma alla Juventus? Quella che sembra una suggestione di mercato potrebbe anche tramutarsi in realtà. I bianconeri tentano il grande sgarbo al Milan

La grande beffa per il Milan. Un "blitz" a Torino cambia tutto

Gianluigi Donnarumma è uno dei grandi dilemmi del Milan del futuro. Ovviamente non per le qualità tecniche del 22enne portiere di Castellammare di Stabia che ha dimostrato di essere uno dei più forti in circolazione ma dal punto di vista contrattuale dato che il suo attuale accordo con la società rossonera scadrà il 30 giugno del 2021 e al momento tutto è in standby per il rinnovo.

Il campionato terminerà il 23 maggio e subito dopo i nazionali impegnati ad Euro 2020 partiranno per i rispettivi ritiri con Donnarumma che sarà uno dei punti di forza dell'ambiziosa Italia di Roberto Mancini. Il Milan, nella figura di Paolo Maldini e Ricky Massara, vorrebbe chiudere l'accordo prima della fine del campionato o al massimo entro fine maggio per non rischiare di tirarla troppo per lunghe con Gigio che si svincolerebbe ufficialmente dal 1 luglio.

Distanza

La richiesta dell'entourage di Donnarumma è di quelle monstre, 12 milioni di euro a stagione con il Milan che è arrivato ad offrirne un massimo di 8 più bonus. Maldini ha fatto capire chiaramente che il budget della società di via Aldo Rossi è limitato e se il numero uno campano dovesse accettare l'offerta rossonera sarebbe il secondo calciatore più pagato della Serie A dopo CR7 e anche più del bomber dell'Inter Romelu Lukaku.

La grande beffa

Secondo quanto riporta la Gazzetta dello Sport, Mino Raiola è stato avvistato a Torino dove ha incontrato la Juventus (questo appuntamento doveva in realtà restare segreto). Sul tavolo diversi nomi tra cui ovviamente Gigio Donnarumma che da capitano del Milan potrebbe ritrovarsi a difendere i pali della squadra bianconera. Questa sarebbe una vera doccia gelata per i rossoneri che perderebbero a zero il loro portiere vedendolo passare ai rivali storici della Juventus.

Il Milan vuole evitare la beffa e lavorerà duramente per cercare di accontentare le richieste di Donnarumma e di Raiola ma senza svenarsi. Servirà anche un passo indietro da parte del portiere che se vorrà davvero legarsi ancora ai rossoneri dovrà dare dimostrazione di attaccamento alla maglia, cosa che in tanti gli stanno imputando dai tifosi a Billy Costacurta che non l'ha risparmiato dalle critiche.

Sul tavolo di Paratici-Nedved-Raiola c'è anche il possibile scambio tra Alessio Romagnoli e Federico Bernardeschi, operazione che non sembra poi così folle pensando che i due calciatori ad oggi sembrano fuori dal progetto tecnico-tattico dei due rispettivi club. Il punto fondamentale per il Milan, però, è scongiurare di perdere il suo portiere a costo zero anche perché poi ci sarebbe da trovare un degno sostituto.

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?

Commenti