Higuain non dimentica: "La Juve mi cacciò a pedate"

L'intervista (non recente) a Marca alimenta i dubbi sulla permanenza di Higuain in bianconero

Higuain non dimentica: "La Juve mi cacciò a pedate"

Pare non sia un'intervista così recente, quella pubblicata ieri dal quotidiano spagnolo Marca a Gonzalo Higuain. Certo, però, ha confermato quanto il Pipita non abbia preso bene il suo temporaneo addio alla Juventus con destinazione prima Milan e poi Chelsea: «Con l'arrivo di Cristiano Ronaldo mi dissero di avere voluto fare un salto di qualità e che pertanto mi stavano cercando una nuova sistemazione. Non mi hanno chiesto di andarmene, mi hanno cacciato a pedate». Poi, si sa come sono andate le cose: inizio scoppiettante in rossonero, successivo vistoso calo e i mesi in Inghilterra alla corte di Sarri, fino al ritorno in bianconero e a una stagione quella attuale dove le luci ci sono state ma non così folgoranti (34 presenze e 8 gol, di cui 5 in campionato). Fino all'arrivo della pandemia, alla fuga in Argentina e agli attuali dubbi su un suo ritorno alla base. Insomma: la storia di Higuain alla corte della Signora volge al termine, con un contratto in scadenza nel 2021 che potrebbe anche non essere onorato. Aspettando che la Juve convochi ufficialmente i propri giocatori, non è un mistero che il Pipita abbia fatto sapere di non essere così certo di volere tornare in Italia: se anche lo farà, è in ogni caso certa la sua cessione a fine stagione, magari al River Plate dove tutto era cominciato. Viceversa, si potrebbe virare verso una rescissione consensuale del contratto o, peggio ancora, un addio traumatico. La Juve potrebbe agire per inadempienza contrattuale, risparmierebbe una decina di milioni ma si troverebbe senza l'unico centravanti di ruolo nel finale di stagione. Sempre ammesso che ci sia un finale di stagione.

Non resta che attendere, ecco. Sapendo che la dirigenza bianconera si sta comunque già muovendo per un nuovo centravanti. Due le piste calde: la prima porta a Icardi che il Psg dovrebbe prima riscattare dall'Inter e la seconda a Milik. Il quale andrà in scadenza con il Napoli nel 2021 e avrebbe già dato il proprio benestare.

Nel frattempo, dalla Spagna segnalano il nuovo forte interesse del Barcellona per De Ligt: i catalani inserirebbero nella trattativa il 23enne centrocampista brasiliano Arthur, molto apprezzato da Sarri al punto che la Juve sarebbe anche pronta a rinunciare a Pjanic. Sarà un'estate calda, indipendentemente dal fatto che si torni a giocare.