I procuratori se la ridono: guadagnato 1 miliardo di euro dal 2013 ad oggi

La Fifa ha diramato uno studio condotto dal TMS (Transfer Matching System) sui guadagni dei procuratori dal 2013 ad oggi: superato il miliardo di euro

I procuratori se la ridono: guadagnato 1 miliardo di euro dal 2013 ad oggi

I procuratori sono una componente fondamentale nel calcio moderno e secondo uno studio pubblicato dalla Fifa, condotto dal Transfer Matching System, i guadagni degli agenti sono schizzati alle stelle negli ultimi quattro anni. Dal 1 gennaio del 2013 al 20 novembre del 2016, infatti, i procuratori hanno superato il tetto del miliardo di euro sotto la voce "guadagni" grazie alla loro funzione di intermediari tra i calciatori e le società. Per essere più precisi si è arrivati a quota 1 miliardo e cento milioni e il 98% di questa cifra è stato speso dai club europei tra acquisti e cessioni mentre il restante 2% è stato speso nel resto del Continente.

La Fifa evidenzia come il 2016 sia stato l'anno più proficuo per i procuratori che hanno visto schizzare verso l'alto i loro guadagni, fino a un +34%. Secondo questo studio, nel 2013 si spesero 218 per le varie intermediazioni, salite a 238 nel 2014 e a 274 nel 2015 fino ad arrivare alla cifra record di 368 milioni di euro dell'anno corrente. I club che fanno più ricchi gli agenti sono quelli inglesi ed italiani e in Serie A sono stati spesi 256,3 milioni di commissioni (199,7 per gli acquisti e 56,5 per le cessioni), molto più indietro tutti gli altri campionati: 95,9 milioni in Germania, 92,3 in Portogallo, 90,1 in Spagna, 28,5 in Francia.

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento