"Per rendere schiavi..." Mancini e le parole di Goering che fanno discutere

Mancini ha scatenato un putiferio con la sua story su Instagram legata al coronavirus. L'ex tecnico dell'Inter giorni fa aveva anche ricordato il discorso dell'ex generale nazista Goering al processo di Norimberga

"Per rendere schiavi..." Mancini e le parole di Goering che fanno discutere

Roberto Mancini ha scatenato l'inferno con la sua story su Instagram. Il commissario tecnico della nazionale ha infatti postato la vignetta di un ammalato in ospedale a cui viene posta la domanda: "Sai come ti sei ammalato", con la risposta al vetriolo nei confronti dei media: "Guardando i tg", chiaro riferimento alla pandemia da coronavirus che ha travolto l'Italia e il mondo intero. L'ex allenatore dell'Inter è stato sommerso dalle critiche sui social network passando per molti come negazionista del covid-19.

"Ho soltanto condiviso una vignetta che mi è sembrata sdrammatizzare un momento così complicato. Tutto qui. Non c’era alcun messaggio sottinteso e nessuna intenzione di mancare di rispetto ai malati e alle vittime di covid-19, se così fosse me ne scuso", le parole dell'ex tecnico di Manchester City, Lazio e Fiorentina che non è riuscito con queste sue scuse a sgonfiare una polemica che anzi è montata anche su altri argomenti postati sui social proprio dal ct nei giorni scorsi.

La citazione su Goering

Qualche utente sui social, però, non ha solamente criticato il ct per il suo post ma è andato a ritroso recuperando alcune story postate da Mancini su Instagram. Il tecnico jesino, qualche giorno fa, ha ricordato il "discorso" al processo di Norimberga di Hermann Wilhelm Goering, generale di guerra tedesco durante il periodo nazista, lungotenente di Adolf Hitler e uno degli artefici della costituzione del Terzo Reich.

"Il potere della paura. Circa 75 anni fa Hermann Goering testimoniò al processo di Norimberga e gli venne chiesto: "Come avete convinto il popolo tedesco ad accettare tutto questo?", inizia così il post di Mancini su Instagram riprendendo le frasi di quel processo. Lui rispose: "E' stato facile e non ha nulla a che fare con il nazismo, ha a che fare con la natura umana. Lo puoi fare in un regime nazista, comunista, socialista, in una monarchia o in una democrazia. L’unica cosa che si deve fare per rendere schiave le persone è impaurirle. Se riuscite a immaginare un modo per impaurire le persone, potete fargli quello che volete". Questi post social hanno fatto calare il gelo attorno ad un personaggio finora molto amato come il ct che dovrà cercare di spiegare in maniera chiara e netta la sua posizione in merito al tema coronavirus.

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?

Commenti