Inter, via oggi con Inzaghi. Il Milan domani e Ibra inquieta

Sembra ieri. L'Inter vince lo scudetto dopo aver per larghi tratti dominato il campionato con Antonio Conte in trionfo e i tifosi in festa nonostante le restrizioni

Inter, via oggi con Inzaghi. Il Milan domani e Ibra inquieta

Sembra ieri. L'Inter vince lo scudetto dopo aver per larghi tratti dominato il campionato con Antonio Conte in trionfo e i tifosi in festa nonostante le restrizioni. Sembra ieri, ma in questo mese e mezzo è successo di tutto e tutto è cambiato. La società si è trovata ad affrontare una crisi economica che ha costretto a rivedere i programmi, Antonio Conte ha fatto le valigie e salutato la compagnia, ieri è arrivata l'ufficialità della prima cessione eccellente (Hakimi al Psg per 60 milioni più 11 di bonus). E oggi si riparte col nuovo corso. È il giorno di Simone Inzaghi che verrà presentato ufficialmente come nuovo tecnico dei campioni d'Italia. Parole e pensieri per capire qualcosa, anche se non tutto. La maggior parte delle cose si comprenderà a mercato fatto e a gruppo completo. Con grande attenzione agli echi che arrivano da Oriente, dopo la conferma che un fondo misto tra investitoti governativi e privati, ha rilevato dalla famiglia Zhang circa il 17% del gruppo Suning.com. Un'operazione da 1,4 miliardi di dollari che porta Zhang senior a perdere il controllo del gruppo da lui fondato anche se non ci sono conseguenze dirette con la proprietà dell'Inter. Fatto sta che la squadra lavorerà alla Pinetina per 2 settimane, a ranghi ampiamente ridotti, prima della tournée negli USA.

Domani invece sarà il turno del Milan con il raduno al quartier generale di Milanello. Mentre la società rossonera ha invitato i suoi tifosi a non presentarsi soprattutto per evitare assembramenti, c'è grande attenzione a cosa combina il leader Ibra. Dopo l'operazione al ginocchio sinistro del 18 giugno scorso, lo svedese sembra procedere alla grande nel suo recupero anche se sta facendo storcere il naso a molti tifosi. Foto e video postati dallo svedese durante le sue vacanze lo mostrano fare tuffi acrobatici e divertirsi a volare tra le onde sul flyboard. Avventato o sintomo di guarigione rapida? Si vedrà quando Zlatan ritornerà in Italia e comincerà a lavorare sul campo.

Commenti