Scoppia la bufera su Inter-Parma Rizzoli adesso rompe il silenzio

Rizzoli ha spiegato come l'intervento di Balogh su Perisic in Inter-Parma fosse rigore: "'C'erano le condizioni per l'intervento della tecnologia, impossibile che l'arbitro si sia rifiutato di andarlo a rivedere"

Scoppia la bufera su Inter-Parma Rizzoli adesso rompe il silenzio

L'Inter si è "lamentata" a denti stretti al termine del match pareggiato in extremis contro il Parma di Fabio Liverani. I nerazzurri hanno espresso il loro malcontento attraverso le parole di Giuseppe Marotta per il fallo da rigore non concesso dall'arbitro Piccinini per un netto fallo di Balogh su Perisic. Il direttore di gara della sezione di Forlì e il Var Maresca che non ha aiutato il collega saranno fermati per qualche settimana da parte del designatore arbitrale Nicola Rizzoli che ha voluto tendere una mano all'IInter spiegando: "In Inter-Parma c'erano le condizioni per l'intervento della tecnologia, impossibile che l'arbitro si sia rifiutato di andarlo a rivedere".

La reprimenda di Rizzoli

L'ex fischietto di Mirandola, ai microfoni di Sky, è entrato poi nello specifico sull'intervento del difensore del Parma su Perisic: "C'è un rigore evidente, l'attaccante prende il tempo al difensore ed è in vantaggio. Il difensore usa le braccia per recuperare e lo fa in maniera fallosa. Il Var deve andare alla ricerca delle situazioni oggettive e questa lo è, quindi c'erano le condizioni per intervenire. Noi sbagliamo e non ci nascondiamo".

Rizzoli ha poi fatto scuola ai suoi arbitri cercando di far chiarezza su come debba funzionare la sinergia tra arbitri in campo e Var: "Arbitri e Var vogliono sempre prendere la decisione corretta, se l'arbitro non ammette un possibile errore dovrebbe cambiare mestiere. Probabilmente in questo caso nella Var Room si sono concentrati su alcuni dettagli perdendo di vista l'azione nel suo complesso e non richiamando l'attenzione dell'arbitro. Il Var doveva suggerire un'on-field review, è impossibile che l'abbia fatto e l'arbitro si sia rifiutato. Sono una squadra e si lavora in squadra, sono dei professionisti seri".

Quello di Inter-Parma, naturalmente, non è l'unico episodio di questa stagione 2020-2021 che nelle prime sei giornate, purtroppo, ha regalato tanti errori da parte dei fischietti ma anche del Var. I rigori per i falli di mano sono sensibilmente diminuiti ma il cambio regola ha sicuramente influito nella gestione di queste situazioni al limite che l'anno passato erano diventate fin troppe. Ora servirà maggiore collaborazione da parte di arbitri e Var soprattutto dopo le parole del designatore arbitrale Rizzoli che ha fatto capire come non sia soddisfatto dell'operato della sua squdra in questo primo scorcio di una stagione che sarà lunga e intensa.

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?