Juve, il colpo per tornare Signora è una Lady

Il vero colpo di mercato della Juventus porta il nome di Suzanne Elizabeth e il cognome Heywood, baronessa Heywood di Whitehall

Juve, il colpo per tornare Signora è una Lady

Il vero colpo di mercato della Juventus porta il nome di Suzanne Elizabeth e il cognome Heywood, baronessa Heywood di Whitehall. Ha cinquantadue anni, ha un curriculum professionale di altissimo livello, una top manager nel settore finanziario. Lady Suzanne Heywood è nuovo membro del cda della Juventus, come consigliere indipendente, ha preso il posto di Laura Zanetti che ha rassegnato le dimissioni per motivi personali, così sta scritto nella comunicazione ufficiale della società bianconera. Lady Heywood viene da Exor dove ha svolto le mansioni di managing director per essere nominata anche presidente e Ceo ad interim di CNH, l'azienda di veicoli industriali pesanti e militari che conta sessantaquattro mila dipendenti con un fatturato (2019) di oltre 28 miliardi. È stata moglie di Jeremy Hewyood, scomparso nel novembre del 2018, figura chiave di quattro governi di Sua Maestà, capo del servizio civile nazionale, segretario di gabinetto a Downing Street, mansioni nelle quali è stato coadiuvato dalla moglie, Suzanne Cock, che ha scritto e dedicato a lui il libro dal titolo Che cosa pensa Jeremy?, puntuale interrogativo che i vari primi ministri inglesi, Gordon Brown, Tony Blair, David Cameron e Theresa May si ponevano dinanzi a un problema delicato. Il problema della Juventus è ugualmente delicato, i conti sono pesantissimi, le prospettive critiche, a causa della pandemia e dei costi gestionali, lady Heywood lavorerà con Maurizio Arrivabene nella mission impossible di rimettere in ordine una situazione border line, restituendo alla Juventus una linea finanziaria più equilibrata, allontanando il club dai progetti fastosi che hanno avuto conseguenze critiche, esasperando i debiti e riducendo la liquidità. Elkann e Agnelli hanno a cuore la squadra e la sua storia ma è altrettanto evidente che sia arrivato il momento di non inseguire più i sogni presuntuosi e di rientrare nella dimensione giusta del sistema calcistico italiano. Una lady di Southampton può aiutare la Juventus a tornare Signora.

Commenti