Calcio

Juve, conquistato un altro punto. Sulla Figc

Il Consiglio di Stato nega la richiesta federale di sospendere il verdetto del Tar

Juve, conquistato un altro punto. Sulla Figc

Torino. La battaglia legale continua. E segna un altro punto favorevole alla Juventus che stasera ospiterà la Sampdoria in un match sulla carta scontato ma con, almeno nella sua dirigenza, la testa alla penalità di 15 punti inflitta per le plusvalenze. Ieri è stata una giornata importante in tal senso: il Consiglio di Stato ha negato alla Figc la richiesta di sospendere la decisione del Tar in base alla quale la stessa Federcalcio e la Covisoc dovranno consegnare agli avvocati del club bianconero la cosiddetta carta nascosta, ovvero la nota 10940 datata 14 aprile 2021 in cui la Covisoc chiedeva alla Procura Federale alcune interpretazioni legate al caso plusvalenze. La Juventus non sarebbe nemmeno mai nominata, mentre il procuratore federale Giuseppe Chinè riporta i casi di Chievo e Cesena e quello di Perugia e Atalanta: in buona sostanza, mancherebbe la notizia criminis. Secondo il punto di vista della difesa juventina, la carta potrebbe cambiare le carte in tavola perché dimostrerebbe una violazione dei tempi procedurali dell'intero percorso giudiziario sportivo: un vizio di forma che potrebbe cambiare tutto nel terzo grado di fronte al Collegio Coni, ovvero la Cassazione della giustizia sportiva che non avrà il compito di valutare il contenuto delle prove, ma se le stesse son state o meno prodotte nei tempi corretti. La carta sarà quindi visionata dai legali della Juventus: non sarà però il contenuto della stessa a fare la differenza, quanto se questa carta potrà essere o meno usata: la qual cosa sarà determinata il 23 marzo.

Nel frattempo, la Samp. «Sembra un match abbordabile così Allegri -. Ma visto che hanno perso tante partite di misura, sarà meglio fare attenzione. Per la prima volta potremo essere secondi in classifica, perché noi abbiamo 50 punti e lavoriamo su quello: la sola cosa che conta è che, se vincessimo, staccheremmo l'Inter di tre lunghezze». Volenti o nolenti, si torna sempre lì. Riaccogliendo Pogba tra i convocati dopo la punizione contro il Friburgo, lasciando a riposo Di Maria e sperando di recuperare Chiesa per giovedì, quando la Juve renderà visita al Friburgo per raggiungere i quarti di Europa League. Poi ci sarà la trasferta di Milano contro l'Inter, al termine di una settimana intensa che potrebbe dire parecchio sulla parte finale della stagione bianconera.

Se strada facendo si sarà dato una mossa anche Vlahovic, a secco da cinque gare, tanto meglio: «Fisicamente sta molto meglio chiude Allegri -. Gli attaccanti vengono giudicati solo per i gol, ma io credo che tecnicamente abbia fatto delle buone partite». Difesa d'ufficio inevitabile, ecco.

Commenti