Juventus, tegola Di Maria: ecco quanto resterà fuori

Gli esami strumentali hanno confermato la lesione agli adduttori. L'argentino salterà sicuramente le sfide con Sampdoria e Roma

Juventus, tegola Di Maria: ecco quanto resterà fuori

Angel Di Maria ha rimediato un infortunio che lo terrà lontano dal campo giocato per qualche settimana. Gli esami strumentali a cui si è sottoposto oggi hanno rivelato una lesione di basso grado del muscolo adduttore lungo della coscia sinistra. Tra 10 giorni verrà nuovamente rivalutato. Lo fa sapere la Juventus con una nota ufficiale.

Di Maria ha iniziato come meglio non avrebbe potuto. Dopo aver firmato il primo gol del campionato bianconero ed aver fornito un assist per il gol di Vlahovic, El Fideo era uscito dal campo lamentando un dolore all'adduttore sinistro.

Un incidente di percorso che non ha tolto il sorriso a Di Maria che subito dopo la partita ha espresso tutta la sua gioia per l'esordio con un post su Instagram: "Che bella felicità iniziare vincendo. Congratulazioni al gruppo per la grande partita. E grazie ai tifosi per l'affetto ricevuto. Continuiamo a lavorare duro, forza Juve".

Ad attenderlo stamattina c’erano anche numerosi tifosi. La frenesia dei supporters bianconeri all’esterno del J Medical, ha spinto la sicurezza a sfruttare un’uscita secondaria per riaccompagnarlo al centro sportivo al termine degli esami, poco meno di un’ora dopo.A questo punto sicuramente salterà le sfida con la Sampdoria e con la Roma, ma non è assolutamente da escludere che lo stop possa protrarsi per almeno una ventina di giorni.

In tal caso l'argentino salterebbe anche Spezia e Fiorentina e sarebbe pronto a rientrare in vista del match dell'11 settembre contro la Salernitana. La sensazione è che l'ex Psg possa tornare al 100% dopo la sosta, per la partita del 2 ottobre con il Bologna, prontissimo poi per la sfida del 9 ottobre contro il Milan. Dopo tutto una lesione muscolare a 35 anni necessita di una certa cautela, proprio per evitare possibili ricadute.

Uno stop che metterà allerta soprattutto a Massimiliano Allegri. In poche settimane, la Vecchia Signora ha perso entrambi gli assi del suo calciomercato: prima dell'argentino, Paul Pogba si era fermato per una lesione al menisco. Nel reparto offensivo là davanti la Juve ha gli uomini contati, mentre continua la ricerca per un vice Vlahovic e con Chiesa ancora ai box.

Possibile che questo stop costringerà la società a dare un'accelerata decisa sul mercato. Di sicuro avere a disposizione i rinforzi di Memphis Depay e Leandro Paredes il più presto possibile in gruppo diventa, a questo punto, una vera necessità per Allegri.

Segui già la nuova pagina Sport de ilGiornale.it?

Commenti