La Kostner sfida la Wada e pattina lo stesso: domani il Coni apre fascicolo

La pattinatrice squalificata per 16 mesi per complicità per il caso di doping dell'ex fidanzato Alex Schwazer

La Kostner sfida la Wada e pattina lo stesso: domani il Coni apre fascicolo

Carolina Kostner sfida l’agenzia antidoping mondiale (Wada): nonostante la squalifica di 16 mesi comminatale dal Tribunale nazionale del Coni, infatti, la pattinatrice azzurra stasera si è esibita a Corvara (Bolzano) nell’ambito di una manifestazione organizzata da un’associazione sportiva.

Annunciata come "special guest" a "Stars on Ice" in Val Badia, a due passi dalla sua Val Gardena, l’azzurra si è esibita stasera (tutù rosso, due brani, contrassegnati da una caduta) scendendo in pista con tutti gli altri atleti, davanti a 1500 persone. La decisione di esibirsi a Corvara potrebbe comportare per la pattinatrice, squalificata 1 anno e 4 mesi per complicità nel caso di doping dell’ex fidanzato Alex Schwazer, problemi con la Wada e di conseguenza con la Procura antidoping del Coni. L’Associazione turistica Corvara-Colfosco, organizzatrice dell’evento difende l’atleta: "La nostra associazione è di puro carattere turistico e non è affiliata ad alcuna società sportiva. Shuffle Srl, agenzia di contatto per l’organizzazione dell’evento, non ha alcuna ragione sociale sportiva". Carolina Kostner ha in programma altre due esibizioni estive, una a "Pinzolo on Ice" il 13 agosto, l'atra ad Asiago a Ferragosto.

La partecipazione al gala di questa sera potrebbe però costarle caro: secondo l’Ansa, domani mattina la Procura Antidoping del Coni si vedrà costretta come "atto dovuto" ad aprire un fascicolo per "valutare le potenziali violazioni delle Norme Sportive Antidoping e dell’art. 10.12 del Codice Wada". In caso di accertata responsabilità, l’atleta rischia che la sua squalifica di un anno e 4 mesi abbia decorrenza da stasera invece che dal gennaio scorso, quando è stata comminata. Kostner ha già un giudizio pendente davanti al Tribunale Arbitrale dello Sport di Losanna dove la Wada si è costituita in giudizio chiedendo un inasprimento della sanzione (in un range da due a quattro anni).

Commenti