Koulibaly: ''Razzismo? L'Italia è indietro rispetto alla Francia''

Kalidou Koulibaly torna a parlare di razzismo: ''In Francia il problema razzismo non l'ho mai vissuto, l'Italia è molto indietro invece''

Koulibaly: ''Razzismo? L'Italia è indietro rispetto alla Francia''

Torna a parlare Kalidou Koulibaly dopo i fatti di San Siro del 26 dicembre, che hanno portato il nostro calcio ad una profonda riflessione sul tema razzismo.

Il difensore senegalese, intervistato sui canali social del Napoli si è confessato dopo le tante discussioni intorno al suo caso: ''Che io sia diventato un simbolo contro il razzismo da un lato mi fa piacere, ma mi rattrista tanto perché se nel 2019 ancora dobbiamo lottare per far affermare certi valori di tolleranza, significa che abbiamo fatto passi indietro. Io a mio figlio certe cose non ho bisogno di insegnarle, perché ha dentro il rispetto degli altri, al di là del colore della pelle. Dovremmo imparare dai bambini. E credo che proprio il lavoro nelle scuole sia il più importante''.

Problematiche che racconta di non aver avuto in Francia: ''Ci sono nato e non ho mai avuto problemi di questo tipo neppure nel mondo del calcio. Sono cresciuto con amici turchi, senegalesi, arabi. Eravamo tutti misti ma non ci sono mai stati problemi. Anche nella nazionale ci sono tanti giocatori di colore e quello, in Francia, non è mai stato un problema. Ecco perché per me la Francia è un paese a parte''.

Totalmente diversa invece la situazione in Italia: ''Sono avanti rispetto a noi. Quando sono arrivato, ero concentrato sul campo. Poi, quando ho capito l'italiano e cosa diceva la gente, ho iniziato a capire i primi cori contro i napoletani. Mi è dispiaciuto molto, Napoli è una bellissima città. Dispiace succeda questo, ci sono anche giocatori nostri che vanno in nazionale come Insigne. Bisogna pensarci due volte prima di fare quei cori''.

Intanto scontata la squalifica di due turni, Koulibaly tornerà in campo per due volte consecutive contro il Milan prima nel big match di sabato sera poi nella sfida secca di martedì in Coppa Italia, con l'auspicio che si riesca finalmente a voltare pagina.

Commenti