"Rugani positivo al coronavirus": Juve e Inter in isolamento

Il difensore della Juventus Daniele Rugani è risultato positivo al Covid-19. Il club bianconero: "Il club sta attivando in queste ore tutte le procedure di isolamento previste dalla normativa"

Un annuncio choc scuote il mondo del calcio italiano: il difensore della Juventus Daniele Rugani è risultato positivo al coronavirus. Il 25enne difensore bianconero ha contratto il virus anche se al momento è asintomatico. Questo il comunicato del club bianconero: "Il calciatore Daniele Rugani è risultato positivo al Coronavirus-COVID-19 ed è attualmente asintomatico. Juventus Football Club sta attivando in queste ore tutte le procedure di isolamento previste dalla normativa, compreso il censimento di quanti hanno avuto contatti con lui".

Questa notizia potrebbe avere delle ripercussioni anche per quanto riguarda la Champions League e la sfida di ritorno del 17 marzo contro il Lione di Rudi Garcia che si dovrebbe giocare all'Allianz Stadium a porte chiuse. La notizia della positività di Rugani, il primo dei cinque maggioni campionati professionistici e non solo, mette in "pericolo" anche tutti i suoi compagni di squadra che sono stati a stretto contatto con l'ex giocatore dell'Empoli.

Gli scenari possibili

Visto il dilagarsi del coronavirus la maggior parte, se non tutti, i club di Serie A hanno iniziato a fare controlli e tamponi a tappeto ai propri tesserati e così è stata scoperta la positività di Rugani. Tutti coloro che sono entrati in contatto con il difensore della Juventus saranno messi in quarantena precauzionale e questo impedirà quasi sicuramente alla Vecchia Signora di poter giocare la sfida di ritorno degli ottavi di finale di Champions League contro il Lione che all'andata si impose per 1-0.

CR7 è addirittura rimasto bloccato in Portogallo e dovrà dunque restare blindato in patria e difficilmente riuscirà a rientrare a Torino a meno che di una speciale autorizzazione. La notizia della positività di Rugani scuote anche le ultime squadre contro le quali ha giocato la Juventus con il difensore toscano che non è sceso in campo contro l'Inter di Antonio Conte nel derby d'Italia vinto per 2-0 dai bianconeri ma che potrebbe comunque aver avuto contatto con alcuni nerazzurri nel tunnel oltre che con i suoi compagni che durante i gol di Ramsey e Dybala non hanno propriamente rispettato le norme per evitare il contagio.

Il comunicato dell'Inter non è tardato ad arrivare, pochi minuti dopo quello della Juventus: "FC Internazionale Milano rende noto che, a seguito del comunicato di Juventus FC riguardo alla positività del calciatore Daniele Rugani al COVID-19, viene sospesa ogni attività agonistica sino a nuova comunicazione. Il club si sta attivando per predisporre tutte le procedure necessarie".

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

lolafalana

Gio, 12/03/2020 - 10:12

Ma ancora nessun "magistrato sprint" ha contestato d'ufficio ai "papaveri" del Calcio, segnatamante l'arrogante capo della Lega Calcio, i reati penali 438 e 452 rispettivamente "Chiunque cagiona un'epidemia mediante la diffusione di germi patogeni è punito con l'ergastolo" e "Delitti colposi contro la salute pubblica" per non aver bloccato tutti i campionati di calcio...?