L'attacco orange contro la muraglia Ochoa. Formazioni

Olanda, a caccia dei quarti

Quando da noi saranno le 18.00 Olanda e Messico si sfideranno per stabilire chi entrerà tra le migliori otto del Mondo e si andrà a giocare l'accesso alla semifinale contro la vincente di Grecia- Costa Rica.

Questo è senza dubbio uno degli ottavi più interessanti perché di fronte ci sono delle compagini che hanno ottimamente impressionato nella prima fase. L'Olanda ha vinto a punteggio pieno un girone difficile e ha umiliato la Spagna, mentre il Messico, se non fosse stato per i due goal annullati contro il Camerun avrebbe seriamente rischiato di vincere il girone a discapito del Brasile per una migliore differenza reti. Già solo questi due dati fanno capire come questo ottavo prometta spettacolo. Inoltre saranno di fronte il miglior attacco (l'Olanda ha segnato già dieci volte) e la miglior difesa (i Centroamericani hanno preso un solo goal e il suo estremo difensore è uno dei migliori di questa fase finale.)

Per quanto riguarda i numeri, i Tulipani, che in una fase finale hanno vinto nove delle ultime dieci sfide, eccetto lo sfortunato atto finale del mondiale sudafricano, nelle ultime quattro occasioni non hanno mai conosciuto la sconfitta coi Centroamericani, vincendo tre volte e segnando sempre almeno due goal. Inoltre il Messico esce agli ottavi dal 1994, anche se bisogna dire che la selezione messicana è stata l'unica capace nella storia di far fuori una squadra del Vecchio Continente dal Mondiale: correva il 1986 e a uscire fu la Bulgaria. Se poi pensiamo che è vero che il Messico dal 1994 esce sempre agli ottavi, ma che è altrettanto vero che nell'unico altro incrocio in una fase finale è stato capace di rimontare 2 goal agli Olandesi ed impattare (era la fase a gironi di Francia '98) si capisce come questo sia, anche per le statistiche, un match molto equilibrato.

Per quanto riguarda le scelte dei due tecnici, se Herrera, pittoresco tecnico dei Centroamericani, ha l'infermeria vuota, lo stesso non si può dire per Van Gaal. Il tecnico degli "orange", che può contare sul ritorno dal primo minuto di Van Persie, già autore di tre centri finora, dovrà però fare a meno, quasi sicuramente, di Fer. Il giocatore si è fatto male in allenamento e difficilmente sarà della contesa. Il tecnico non ha ancora deciso chi lo sostituirà e qualche allarme la destano anche Robben e De Jong, i quali però al 99% saranno regolarmente in campo. Dall'altra parte l'unico assente sarà Vazquez, il quale essendo stato squalificato spera ovviamente di vedere i suoi compagni vincere per riprendere il suo posto nel quarto di finale. Secondo alcune indiscrezioni il tecnico sarebbe intenzionato a mandare in campo una squadra disposta tatticamente in modo diverso, al fine di contrastare il 3-5-2 degli avversari, ma appare difficile che questa idea si concretizzi ed Herrera abbandoni il modulo che finora così tante soddisfazioni ha dato al Messico. Quel che appare certo è che Peralta giocherà ancora titolare e che Hernandez, dopo la buona prova contro la Croazia, dovrà di nuovo accomodarsi in panchina.

Probabili formazioni

Olanda (5-3-2): Cillessen; Verhaegh, Vlaar, De Vrij, Blind, Kuyt; Wijnaldum, De Jong, Sneijder; Robben, Van Persie, Kuyt

Messico (5-3-2): Ochoa; Aguilar, Rodriguez, Marquez, Moreno, Layun; Herrera, Fabian, Guardado; Peralta, Dos Santos

Diretta tv ore 18 Sky Mondiale 1 e Rai1

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.