Il Pd è sempre più nel pallone. E tira per la maglia Marchisio...

Zingaretti starebbe sondando la disponibilità di Marchisio a candidarsi per poter diventare primo cittadino di Torino. In passato l'ex calciatore della Juventus non ha mai nascosto la sua vicinanza al Pd

Il Pd è sempre più nel pallone. E tira per la maglia Marchisio...

Claudio Marchisio entra in politica? Pare sia questa l'intenzione del partito democratico con Nicola Zingaretti che avrebbe intenzione di candidarlo come sindaco di Torino alle prossime elezioni che si terrano ad ottobre. Secondo quanto riporta La Stampa, infatti, il segretario del Pd, in palese difficoltà, starebbe seriamente pensando all'ex calciatore della Juventus e starebbe ora sondando la sua disponibilità a ricoprire un ruolo importante e delicato. Il 35enne di Torino nel caso fosse eletto prenderebbe il posto di Chiara Appendino del Movimento cinque stelle.

Idee affini

Marchisio in passato aveva rivelato di collocarsi come idea politica proprio nell’area occupata dal Pd e avendo una grande conoscenza e senso di appartenenza con la cittia di Torino ma soprattutto una grande influenza ecco l'idea di candidarlo in politica. Sarebbe questo un disperato tentativo da parte del partito democratico di recuperare consensi mettendo in primo piano un ex sportivo affermato come Marchsio. Il "Principino", come veniva soprannominato dai suoi tifosi ai tempi della Juventus non si è mai nascosto dietro ad un dito e negli anni si è sempre esposto parlando di temi delicati, che sconfinavano dal suo campo d'azione, ovvero il gioco del calcio in tutte le sue forme.

Dal rapimento al rilascio di Silvia Romano fino ad arrivare a temi come l’immigrazione, la discriminazione o il bullismo, Marchisio si è sempre esposto in prima persona sui social scatenando dibattiti alcune volte taglienti e spigolosi. Questa sua particolare attenzione verso temi sensibili e la notorietà che accompagna la sua figura avrebbe quindi permesso al suo nome di circolare ai vertici del Pd che punterebbero forte sull'ex calciatore di Empoli, Juventus, Zenit San Pietroburgo e della nazionale italiana per un rilancio sulla scena politica nazionale.

Non il primo

Marchisio non sarebbe il primo ad entrare in politica una volta appesi gli scarpini al chiodo dato che ci sono altri esempi di ex colleghi che hanno fatto la stessa cosa come l'ex attaccante del Milan George Weah, presidente della Liberia, o Kakhaber Kaladze, sempre ex calciatore rossonero, ministro della Georgia e poi sindaco di Tbilisi. In Italia Giovanni Galli, ex portiere di Napoli, Milan e Fiorentina, venne battuto da Matteo Renzi nel 2009 per diventare sindaco di Firenze.

Ora resta da capire se Marchisio vorrà intraprendere questa strada, questa nuova e tortuosa avventura che lo esporrà sicuramente in maniera maggiore di quanto fatto finora sui social. Il Pd ha fatto la prima mossa sondando il terreno e ora la palla passa all'ex calciatore della Juventus che dovrà dare risposta da qui alle prossime settimane.

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?

Commenti