Madrid, ora il governo vieta bandiera catalana

Le autorità della comunità autonoma di Madrid hanno proibito di esporre la bandiera "estelada" in occasione della finale di Coppa del Re. Temute le contestazioni a Filippo VI

Madrid, ora il governo vieta bandiera catalana

L'indipendentismo catalano è più forte che mai e il governo di Madrid tenta di vietarne i simboli. Persino allo stadio.

In vista della finale di Coppa del Re fra Barcellona e Siviglia, in programma a Madrid per il prossimo 22 maggio, le autorità della capitale spagnola hanno vietato ai tifosi di esporre la bandiera "estelada", la bandiera con la stella bianca in campo blu e le righe rosse e gialle.

Secondo il governo della comunità autonoma madrilena, lo stadio non deve diventare "un palcoscenico per la lotta politica". Così verrà applicato l'articolo 2.1 del Codice sportivo, che proibisce "l'esibizione di simboli o vessilli che incitino alla violenza o al terrorismo o che manifestino apertamente il disprezzo per altri partecipanti all'evento sportivo in corso di svolgimento."

Temutissime, infatti, le contestazioni a Re Filippo VI, simbolo di quella monarchia che gli indipendentisti catalani giudicano straniera e oppressiva. I quarantamila spettatori, dunque, dovranno aspettarsi controlli molto accurati da parte delle forze di polizia.

Commenti

Grazie per il tuo commento