Milan, è fatta per Kjaer: arriverà in prestito

Il difensore danese si trasferirà in rossonero a titolo temporaneo: decisivo l'ok arrivato anche da parte del Siviglia

Il nuovo difensore del Milan è Simon Kjaer: il club rossonero ha trovato un accordo di massima con l'Atalanta e il Siviglia (che detiene la proprietà del cartellino) sulla base di un prestito con diritto di riscatto. Il centrale classe '89 prenderà il posto di Mattia Caldara, che torna in nerazzurro dopo la sfortunata esperienza con la maglia del Diavolo. Soddisfatte dunque le richieste di mister Stefano Pioli, che nel corso della conferenza stampa odierna - alla vigilia della sfida con il Cagliari - aveva ribadito la necessità di avere un altro elemento nella retroguardia: "Abbiamo tre centrali: c'è anche Gabbia. È chiaro poi che dovrà arrivarne almeno un altro. Le tempistiche del mercato di gennaio sono particolari. Ovviamente spero di avere presto un altro difensore. Abbiamo anche la Coppa Italia. Vorrei avere la rosa completa a disposizione il prima possibile".

La carriera di Kjaer

Il danese - il cui contratto con gli andalusi scadrà il 30 giugno 2021 - ha disputato 89 partite nel campionato di Serie A, indossando le casacche di Palermo, Roma e Atalanta. Con il tecnico Gasperini è riuscito a totalizzare solamente 6 presenze in questa stagione. Lo stesso giocatore nei giorni scorsi, mediante le parole del proprio agente Mikkel Beck, aveva annunciato di aver incassato l'ok dalla Dea per trasferirsi già nella sessione invernale del calciomercato: "Sfortunatamente, il matrimonio tra Simon e l’allenatore non è andata come speravamo né da un punto di vista calcistico né tattico. A questo punto è meglio che le parti si separano. Tutto lascia credere che il giocatore sarà autorizzato a lasciare l’Atalanta a gennaio".

Il direttore sportivo Massara ha voluto puntare su un "usato garantito", che potrebbe apportare benefici a una squadra molto giovane e inesperta. Non è ovviamente da considerarsi un pilastro o una certezza per il futuro, indipendentemente dalla decisione del Milan di riscattarlo o meno. Comunque la compagine meneghina a giugno potrebbe tornare a lavorare per un nuovo tassello in difesa, tenendo conto soprattutto dell'infortunio di Duarte e il contratto di Musacchio che andrà in scadenza nel 2021.

Il difensore era stato già cercato dal Diavolo nell'estate del 2017, quando c'era Massimiliano Mirabelli come ds: l'interesse però non si concretizzò e dunque venne colta l'occasione Bonucci; il classe '89 invece passò dal Fenerbahce al Siviglia. Un ritorno di fiamma, quello di oggi, che lo porterà in rossonero: dovrà battere la concorrenza di Musacchio per ottenere una maglia da titolare.

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.