Il Milan travolge il Sassuolo e si riprende lo scudetto dopo 11 anni

Il Milan si sbarazza 3-0 del Sassuolo e vince il 19esimo scudetto della sua storia beffando l'Inter. I nerazzurri vincono inutilmente per 3-0 contro la Sampdoria ma a festeggiare sono i cugini rossoneri

Il Milan travolge il Sassuolo e si riprende lo scudetto dopo 11 anni

Il Milan di Stefano Pioli è campione d'Italia per la 19esima volta nella sua storia. I rossoneri hanno letteralmente asfaltato, risolvendo la pratica nel primo tempo, il Sassuolo di Alessio Dionisi grazie alla doppietta di Olivier Giroud e al gol di Frank Kessié. Tutti e tre gli assist sono stati confezionati dall'uomo in più di questa stagione rossonera: lo scatenato Rafael Leao. Il Diavolo ha sbloccato la pratica al minuto 17' con Giroud, ha raddoppiato al 32' sempre con il francese e calato il tris al 36' con il centrocampista ivoriano che saluterà il Milan a fine stagione per legarsi al Barcellona.

La squadra di Stefano Pioli chiude così a quota 86 punti frutto di 26 vittorie, 8 pareggi e sole 4 sconfitte, con il quarto miglior attacco della Serie A e soprattutto la miglior difesa insieme al Napoli di Luciano Spalletti. Al Milan bastava un punto per laurearsi campione d'Italia, senza guardare cosa avrebbe fatto l'Inter di Simone Inzaghi a San Siro, ma i rossoneri hanno voluto strafare per suggellare una stagione davvero strepitosa e oltre le aspettative. Solidità difensiva, idee, continuità, gioventù e tanta voglia di stupire: queste le armi del Diavolo che ha beffato i cugini dell'Inter finiti a meno due dalla vetta della classifica. Il Milan non ha tremato mai nell'ultimo mese e anche i due pareggi contro Bologna e Torino non hanno minato le certezze rossonere che hanno approfittato dello strafalcione nerazzurro contro il Bologna (nell'atteso recupero della prima giornata di Serie A) per vincere uno scudetto meritato.

Se al Mapei Stadium si è scatenata la festa del popolo rossonero, al Meazza si è materializzata l'amarezza del pubblico nerazzurro che contro la Sampdoria ha dovuto attendere un tempo per veder piegata la resistenza dei blucerchiati. Dopo una prima frazione "timida" e a ritmi blandi, nella ripresa ci ha pensato il solito Ivan Perisic, al 49' a sbloccare il risultato su assist di Barella. Passano 4 minuti e Calhanoglu confeziona l'ennesimo assist stagionale per Correa che segna il 2-0. L'argentino segnerà poi anche il 3-0, e la doppietta personale, al 57' a testimoniare una stagione comunque positiva con due titoli messi in bacheca (Supercoppa Italiana e Coppa Italia) e una buona Champions League con l'approdo agli ottavi di finale. L'Inter nelle ultime 11 partite tra il 3 aprile e oggi ha messo insieme 10 vittorie (8 in campionato e 2 in Coppa Italia) e una sola sconfitta quella della fatal Bologna che è costata lo scudetto ai nerazzurri che in realtà hanno "cestinato" il campionato con 7 partite da incubo tra febbraio e marzo con soli 7 collezionati.

Il tabellino di Sassuolo-Milan 0-3

Sassuolo: Consigli; Muldur, Ayhan, Ferrari, Kyriakopoulos; Henrique, Maxime Lopez, Frattesi; Berardi, Scamacca, Raspadori.

Milan: Maignan; Calabria, Kalulu, Tomori, Theo Hernandez; Tonali, Kessié; Saelemaekers, Krunic, Leao; Giroud

Reti: 17' e 32' Giroud (M), 36' Kessié (M)

Il tabellino di Inter-Sampdoria 3-0

Inter: Handanovic; Skriniar, de Vrij, Bastoni; Dumfries, Barella, Brozovic, Calhanoglu, Perisic; Correa, Lautaro Martinez

Sampdoria: Audero; Bereszynski, Ferrari, Yoshida, Augello; Candreva, Rincon, Vieira, Thorsby, Sabiri; Caputo

Reti: 49' Perisic (I), 53' e 57' Correa (I)

Commenti