L'uomo in meno

Cosa è successo davvero al Milan

Tatarusanu e Theo Hernandez finiscono dietro la lavagna dopo Fiorentina-Milan. I due giocatori hanno di fatto commesso due gravi errori condannando alla sconfitta i rossoneri

Cosa è successo davvero al Milan

Il Milan può tirare parzialmente un sospiro di sollievo dato che dopo aver perso per 4-3 a Firenze non ha perso contatto dalla vetta della classifica visto che il Napoli di Luciano Spalletti è stato fermato dall'Inter di Simone Inzaghi che ha dunque mangiato tre punti a rossoneri e partenopei. La gara del Franchi, però, ha messo a nudo tutte le fragilità della squadra di Stefano Pioli che ha incassato quattro gol e che non riesce più a tenere la porta inviolata. Ciprian Tatarusanu sta sostituendo il titolare Mike Maignan e se contro l'Inter era stato l'eroe della partita parando il rigore a Lautaro Martinez, contro la Fiorentina il rumeno è stato disastroso.

L'uomo in meno

Tatarusanu ha dato il via alla vittoria della Fiorentina dato che l'1-0 ha permesso alla Fiorentina di giocare con più tranquillità con il Milan che ha invece dovuto scoprirsi e alzare maggiormente i ritmi per cercare il pareggio. L'uscita a vuota del 35enne ex viola, ha infatti permesso a Duncan di insaccare a porta vuota con Gabbia che invece di spazzare è stato lì ad attendere che il suo portiere recuperasse la sfera che gli era precedentemente sfuggita. Per questa ragione il portiere del Milan è l'uomo in meno di questa giornata dato che con le sue topiche ha dato il via alla vittoria della squdra di Italiano.

Se sul capolavoro di Riccardo Saponara si poteva fare poco, sul terzo e soprattutto sul quarto gol di Vlahovic anche Tatarusanu poteva fare qualcosa di più dato che il tiro del serbo, sull'ultimo e decisivo gol viola, non è sembrato di certo irresistibile. Non solo Tatarusanu, però, dato che anche un altro giocatore del Milan sale di diritto sul banco degli imputati: Theo Hernandez.

Il francese ha commesso un grave errore che ne ha compromesso la prestazione dato che aveva di fatto propiziato il secondo gol di Ibrahimovic con un assist al bacio, ma anche l'autorete di Venuti con una grande pennellata sempre sulla testa dello svedese. Non è la prima volta che l'ex Real Madrid si fa scippare il pallone in una zona delicata del campo e già contro la Juventus quest'anno aveva di fatto spalancato la porta a Morata con un errore clamoroso. Queste due topiche di Tatarusanu e Theo sono costati i tre punti al Diavolo che ora vede nello specchietto retrovisore i cugini dell'Inter che stanno pian piano risalendo la china. Stefano Pioli dovrà lavorare sulla testa dei suoi ragazzi per evitare che si verifichino ancora sbandate e soprattutto orrori di questo tipo.

Commenti