Milan, Sanches in bilico. Maresca da Pep

Il Psg beffa i rossoneri per il portoghese? Il tecnico dall'esonero a Parma al City

Milan, Sanches in bilico. Maresca da Pep

Un italiano al fianco di Pep Guardiola al timone del Manchester City. Enzo Maresca dopo la delusione vissuta col Parma ripartirà dai campioni d'Inghilterra e lo farà da assistente di uno dei migliori allenatori al mondo. Un'occasione davvero importante per il giovane allenatore nostrano.

D'altronde l'ex centrocampista di Siviglia e Juventus si era fatto già apprezzare due anni fa Oltremanica, quando aveva pilotato l'Under 23 del City alla vittoria del campionato esprimendo un calcio spettacolare. Tanto che Pep gli attribuì l'etichetta di predestinato. Lo stesso Guardiola ha spinto in queste settimane per convincere il tecnico campano a entrare nel suo staff, declinando le proposte arrivate da QPR e Watford come capo-allenatore. Un corteggiamento partito a metà maggio e andato a segno nel giro di qualche settimana in concomitanza del passaggio dello storico braccio destro di Guardiola, Juanma Lillo, sulla panchina dell'Al Sadd. E così sventolerà anche il tricolore al City of Manchester. Chissà che tra un paio d'anni non possa essere proprio Maresca a ereditare il timone dei Citizens dal maestro Pep.

Sognando di vincere quella Champions League a cui ambisce anche il Paris Saint Germain che ha sorpassato il Milan nella corsa a Renato Sanches. I rossoneri da mesi hanno l'accordo economico col centrocampista portoghese per un quadriennale da 3,5 milioni a stagione più 1 di bonus, ma nelle ultime ore c'è stata l'irruzione dei transalpini. Il Paris ha, infatti, offerto 20 milioni al Lille (Milan propone 10 più 5 di bonus), strappando il sì della società e mettendo così i rossoneri in posizione di svantaggio. Il Diavolo in questo momento non può rilanciare, visto l'impasse societario legato al nuovo corso RedBird che non ha ancora comunicato a Maldini e Massara il budget a disposizione per il mercato estivo (senza dimenticare che entrambi i dirigenti sono a scadenza tra 12 giorni...). Una fase di stand-by che rischia di costare carissima, con Sanches che può sfumare dopo un lungo corteggiamento.

A proposito di lunghe rincorse: nelle prossime ore la Juventus attende la risposta di Angel Di Maria. Sul tavolo un annuale con opzione per la stagione successiva da 7 milioni più bonus. Filtrano sensazioni positive. Infine la Fiorentina è al lavoro per un grande colpo: trattativa avviata con il Real Madrid per il serbo Jovic. Lo scoglio dello stipendio da 6 milioni netti all'anno può essere sorpassato grazie al robusto incentivo all'esodo da parte degli spagnoli (coprirebbero tra il 30 e il 50% dell'ingaggio).

Commenti