Mondiale femminile, Usa campione: battuta 2-0 l'Olanda in finale

Le reti di Rapinoe e Lavelle hanno permesso agli Usa di stendere l'Olanda e di vincere il Mondiale femminile di calcio. Quarto mondiale in bacheca per la nazionale a stelle e strisce

Gli Usa hanno vinto il Mondiale di calcio femminile e l'hanno fatto con autorità battendo e con pieno merito in finale l'Olanda campione d'Europa in carica e giustiziera dell'Italia del ct Bertolini nei quarti di finale. A Lione è andata in scena una grande partita meglio giocata dalle statunitensi che hanno avuto il controllo e il pallino in mano del gioco dal primo all'ultimo minuto. Solo i grandissimi interventi dell'estremo difensore orange van Veenendaal hanno permesso all'Olanda di restare in partita fino al 61' quando la Rapinoe su rigore ha sbloccato la partita e con la Lavelle che ha messo fine alle danze con la rete del 2-0. Questo per gli Usa è il quarto mondiale vinto dopo quelli del 1991, 1999 e 2015: ennesimo grandissimo traguardo raggiunto dagli Usa che si confermano la nazionale più forti di tutte

Gli Stati Uniti partono forte nel primo tempo ma nei primi venticinque minuti di gioco le occsioni da rete latitano da ambo le parti. Al 28' la Ertz si gira e va al tiro: van Veenendaal respinge alla grande. La Mewis decolla di testa al 36' ma l'estremo difensore dell'Olanda risponde alla grande. Morgan al 38' prova il tiro all'angolino ma il numero uno orange si supera ancora una volta. Sul finire del primo tempo ecco il primo squillo dell'Olanda con Spitse che ci prova ma la palla finisce larga.

Nella ripresa l'episodio che cambia la partita cambia al 59' quando la van der Gragt stende la Morgan e l'arbitro va a rivedere l'azione al Var e concede il rigore. Dal dischetto la Rapinoe fa secca la van Veenendaal. Gli States raddoppiano al 69' con la Lavelle che spara un gran sinistro all'angolino che non lascia scampo al numero uno delle orange. La Veenendaal si supera ancora al 76' sul tiro ravvinciato di Dunn. La Spitse ci prova con un tiro violento all'81' ma la palla termina fuori. La Morgan ci prova all'82' ma la van Veenendaal blocca senza problemi.

Il tabellino

Usa: Naeher; O'Hara (46' Krierger), Dahlkemper, Sauerbrunn, Dunn; Ertz, Mewis, Lavelle; Heath (87' Lloyd), Morgan, Rapinoe (79' Press)

Olanda: Van Veenendaal; Van Lunteren, Dekker (73' van de Sanden), Van der Gragt, Bloodworth; Groenen, Van de Donk, Spitse; Beerensteyn, Miedema, Martens (71' Roord)

Reti: 61' Rapinoe (U), 69' Lavelle (U)

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

claudio63

Dom, 07/07/2019 - 20:35

OTTIMO e confermato risultato. adesso e' ora di dare piu' risalto al calcio femminile sia in USA che in Italia. hanno fatto meglio dei superpagati maschietti e ottenuto risultati in umilta' e dedizione. E poi fanno anche un bel gioco, interessante e dinamico. chapeau.

alox

Dom, 07/07/2019 - 22:09

Congratulation!

Popi46

Lun, 08/07/2019 - 06:03

Non seguo il calcio più che tanto, ma mi diverte il fatto che campioni del mondo siano USA,laddove gli stessi USA ,versante maschile, sono sempre stati scarsini, mi sembra

alox

Lun, 08/07/2019 - 13:29

Popi hai ragione per il 50enne maschio US il calcio e' uno sport per donne...la situazione sta' cambiando anche per i danni al cervello che il football americano provoca agli atleti...nonostante cio' il Loro football e' davvero spettacolare da vedere...