Multa alla Juventus per le offese dei bambini allo stadio

Il giudice sportivo ha sanzionato la Juventus con un’ammenda di 5000 euro per gli insulti che i giovanissimi tifosi bianconeri hanno indirizzato al portiere dell'Udinese Brkic

Multa alla Juventus per le offese dei bambini allo stadio

Incredibile ma vero: la Juventus dovrà pagare una multa anche per "colpa" dei bambini. Sicuramente poco educati e sportivi, ma pur sempre bambini. Dopo la squalifica di entrambe le curve per i cori razzisti contro i tifosi del Napoli circa 12.500 bambini hanno riempito le curve dello Juventus Stadium nell'ultima gara interna dei bianconeri. Una bella iniziativa all'insegna dello sport e contro la violenza nel calcio. Ma inaspettatamente è arrivata la doccia fredda: i giovanissimi tifosi bianconeri hanno ripetutamente offeso un giocatore della squadra avversaria, il portiere dell’Udinese Zeljko Brkic. Ogni volta che rinviava il pallone da fondo campo arrivavano gli insulti ("m....." e altre parolacce). E il giudice sportivo ha comminato alla Juventus una multa di 5000 euro.

I cori che si sono levati domenica dalle curve riservate ai bambini, sono stati "un chiaro episodio di emulazione". E' di questo avviso l’allenatore dell’Udinese, Francesco Guidolin: "Era stato tutto bellissimo, il vociare di questi bambini, anche se tifavano per la Juventus. Bellissimo fino al primo rinvio del nostro portiere - aggiunge -. Avrei voluto parlarne subito, perché questi cori mi avevano veramente colpito. Ma poi ho voluto evitare di sollevare un polverone, perché temevo che poi non ne avrebbe parlato nessuno. Credo - continua Guidolin - sia stato giusto parlarne. Non entro nel merito della multa, perché ognuno deve guardare a casa sua, però non è stato bello". Secondo Guidolin "si deve lavorare sulla cultura sportiva, l’educazione del tifo, gli esempi dovrebbero essere quelli positivi. E questo dipende molto dai protagonisti, dalle nostre parole, dai nostri atteggiamenti".

Il giudice sportivo ha squalificato per due giornate il giocatore dell’Hellas Verona, Bosko Jankovic. Un turno di stop per altri sette giocatori: Frederik Sorensen (Bologna), Panagiotis Tachtsidis (Catania), Pablo Cesar Barrientos (Catania), Miguel Angel Britos Cabrera (Napoli), Fabrizio Cacciatore (Hellas Verona), Luca Cigarini (Atalanta), Da Silva Francelin Matuzalem (Genoa).

Commenti