Oro anche nella marcia: Palmisano da sogno

Antonella Palmisano ha vinto la medaglia d'oro nella marcia 20 chilometri. Per la trentenne di Mottola si tratta della prima affermazione alle Olimpiadi

Oro anche nella marcia: Palmisano da sogno

Ennesimo oro a Tokyo 2020 per l'Italia: Antonella Palmisano ha vinto la marcia 20 chilometri donne. La 30enne di Mottola è stata autrice di una prova perfetta, sempre sul pezzo e concentrata nonostante il grande caldo e l'umidità soffocante. Palmisano si è preparata alla grande per questa gara e fin da subito ha dato la sensazione di potercela fare.

A cinque chilometri dal traguardo, poi, Antonella ha dato la sensazione di poter vincere l'oro ed ha confermato la cosa quando a tre chilometri dall'arrivo ha deciso di staccare le avversarie, la colombiana Arenas e alla cinese Liu, staccate di 25” e 40”, che non sono riuscite ad arginare lo strapotere fisico, tecnico e mentale della Palmisano e che si sono dovute accontentare rispettivamente dell'argento e del bronzo.

La marcia 20 chilometri, dunque, è stato un completo dominio italiano con Palmisano che ha bissato il successo di Massimo Stano che si era portato a casa con grandissimo merito quella maschile. L'atleta pugliese delle Fiamme Gialle con il suo successo ha così messo in bacheca la quarta medaglia d'oro per l'Italia nell'atletica leggera.

Il riscatto

La Palmisano è sempre stata una combattente e si è sempre guadagnata tutto sul campo. Nel 2017 a Londra si guadagnò la medaglia di bronzo nella marcia 20 chilometri e in assoluto ha messo in bacheca 19 titoli italiani di cui 6 assoluti e 13 giovanili (titolata in tutte le categorie); detiene anche tre record italiani giovanili (due juniores ed uno allieve). A Rio 2016 la grande beffa con un quarto posto e dunque nessuna medaglia nella marcia 20 chilometri: questo ora cinque anni dopo la ripaga di tutte le fatiche e le sofferenze per quella medaglia di legno rimasta indigesta.

Nel giorno del compleanno

La Palmisano ha vinto la medaglia d'oro, tra l'altro, nel giorno del suo compleanno e a fine gara è esplosa di gioia: xAdesso penso che andrò a rivedere questa gara. Oggi è il giorno del mio compleanno e volevo che i sacrifici fossero ripagati. Negli ultimi 5 chilometri ho sentito tutta l'energia dentro per andare avanti, la spinta di tutte le persone che mi hanno sostenuto e che mi hanno dato la forza. Dopo la Coppa Europa a maggio sono stata ferma 40 giorni. Ma ogni giorno ho pianto. Era impensabile essere qui, avevo paura di rinunciare a questa gara. Ne è valsa la pena". Così Antonella Palmisano, a Raidue, dopo la vittoria nei 20 chilometri di marcia. "Ora ho voglia di sentire l'inno, Stano mi ha fatto venire i brividi, mi ha dato una grande carica. E poi la scia con gli ori di Jacobs e Tamberi, e poi la nazionale di calcio agli Europei. È un periodo magico per l'Italia, Ciao Italia", ù, le sue parole ai microfoni della Rai.

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti