L'uomo in meno

La papera di Radu è da film horror

Radu, con la sua clamorosa topica, ha condannato alla sconfitta la Cremonese. Alla memoria è subito tornato in mente il suo errore commesso in Bologna-Inter costato la sconfitta ai nerazzu

La papera di Radu è da film horror

Puntuale è tornata la nuova Serie A e puntualissima è tornata la rubrica de ilgiornale.it, "L'uomo in meno". La prima giornata di campionato non ha regalato sorprese con le prime otto della passata stagione che non hanno tradito le aspettative vincendo all'esordio. La Fiorentina di Vincenzo Italiano ha avuto la meglio nel finale di un'ottima Cremonese punita da un gravissimo errore del suo portiere: Ionut Andrei Radu. Proprio lui, che nella passata stagione con una topica clamorosa regalò la vittoria al Bologna consegnando di fatto, o quasi, lo scudetto al Milan di Stefano Pioli.

I neo promossi in Serie A, dopo aver tenuto botta contro i viola (arrivati settimi nella passata stagione), si sono dovuti inchinare ai viola che hanno vinto per 3-2 grazie a Radu che nel tentativo di bloccare un pallone in presa alta, su un traversone molto insidioso, ha di fatto buttato la sfera nella propria porta per la gioia dei tifosi biola e per la rabbia del pubblico di fede grigiorossa.

L'allenatore della Cremonese, Massimiliano Alvini, al suo esordio in Serie A ha tentato di difendere il ragazzo esaltandone la prova nonostante l'errore costato tre punti: "Come giudico la prova di Radu? Importantissima. Era giù, gli ho detto di alzare la testa: non esiste quell'errore, è cancellato. Sono molto contento della sua prestazione, deve guardare avanti per migliorare ogni giorno in allenamento. È un grande portiere, gli è stata data un'etichetta che non merita".

La verità è che Alvini ha ragione e un errore non può condizionare una stagione o il giudizio su un calciatore. Sta di fatto, però, che Radu nel giro di nemmeno 4 mesi ha commesso due topiche clamorose che sono costate due sconfitte a Inter e Cremonese. Il 25 rumeno ha le spalle forti e saprà sicuramente riprendersi visto che l'annata ha appena preso il via. Questo, però, non lo esenta dal salire sul trono de "L'uomo in meno" di questa settimana vista la portata e la gravità dell'errore commesso che è costato un punto alla sua squadra.

Commenti