Parolacce in casa Ferrari. E intanto Hamilton se la ride

Pessima qualifica per il Cavallino e Vettel usa parole molto dure

Parolacce in casa Ferrari. E intanto Hamilton se la ride

Parolacce dopo la pessima qualifica ottenuta a Suzuka. Raikkonen chiude quarto, peggio di lui Vettel, addirittura nono. Sbagliatissima la scelta delle gomme da bagnato, quando di pioggia neanche l’ombra. E infatti pista asciutta e figuraccia assicurata. Maurizio Arrivabene, team principal della rossa, ha scelto di aspettare qualche minuto prima di affrontare i giornalisti. "Sapete che ci ho sempre messo la faccia, e premetto che anche se la macchina è cresciuta rispetto a ieri, non avremmo fatto la pole.” Tra non fare la pole e finire nono però ne passa. E infatti prosegue “ Quello che è successo però è inaccettabile”. Per Arrivabene la squadra sarebbe ancora giovane e per questo inesperta. Mancherebbe anche un pistaiolo, colui, per intenderci, che grazie al suo istinto capisce subito cosa si deve fare. In effetti, stando a quello che è accaduto oggi,questa figura manca sicuramente alla scuderia rossa.

Parole molto più dure quelle usate da Vettel, che ammette di aver scelto le gomme insieme agli altri. Scelta sbagliata ma unanime quindi. Questo, forse, è ancora peggio. Pensavano piovesse e invece nulla. La pioggia è arrivata, ma 5 minuti dopo, quando ormai la sessione si era conclusa. Con disfatta della rossa. "Se pioveva eravamo eroi, ora sembriamo idioti, è difficile vederla da una prospettiva diversa. Sono cose che succedono, non è stata la migliore sessione di qualifica, ora vediamo”. Cose che succedono, è vero. Ma che non dovrebbero accadere a una scuderia che si chiama Ferrari.

Di tutt’altro umore Hamilton, che se la ride dopo la pole conquistata, la numero 80 per l’esattezza. Cifra tonda. Centrata durante l’ultimo giro, con un team perfettamente concentrato e comunicativo. E ammette “nel momento topico è sempre difficile prendere le scelte giuste, ma noi come team abbiano sempre preso le decisioni giuste a livello di squadra, per questo finora siamo stati i migliori”. Anche la Ferrari ha preso le decisioni a livello di squadra, sbagliate però. Piccola differenza che conta.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti