Che "botta" per Charles Leclerc: si schianta a 220 km/h a Monza

Leclerc finisce fuori alla Parabolica. Impatto terribile per il monegasco fuori al 26esimo giro del Gp d'Italia

Che "botta" per Charles Leclerc: si schianta a 220 km/h a Monza

Pauroso incidente per Charles Leclerc: il pilota monegasco si ritira nel corso del ventiseiesimo giro del Gran Premio d’Italia di Formula Uno.

Gp d'Italia da incubo per la Ferrari. Dopo il problema ai freni di Vettel, c'è stato un terribile incidente di Charles Leclerc, che a oltre 200 chilometri orari è andato a sbattere all'ultima curva del tracciato, la mitica Parabolica. Ha perso il controllo della sua vettura ma fortunatamente non ci sono conseguenze per il pilota.

L'incidente

Aveva trionfato qui un anno fa, un successo indimenticabile conquistato davanti alle due Mercedes ma in questo maledetto 2020 la storia è completamente diversa. Leclerc, scivolato in 17esima posizione dopo la sua prima sosta, stava disputando una gara anonima. La situazione sembrava incredibilmente ribaltata quando si ritrova incredibilmente in quarta piazza dopo l’ingresso della Safety Car grazie alla chiusura della pit-lane che aveva costretto tutti gli altri piloti ad effettuare la sosta con le monoposto già incolonnate dietro la vettura di sicurezza. I sorpassi alle due Alfa Romeo di Giovinazzi e Raikkonen facevano sognare il colpo grosso.

Preso dalla foga Charles non si accontentava e cominciava a spingere, forse chiedendo troppo alla sua vettura. Sul più bello perdeva il controllo della sua Ferrari andando a sbattere dritto contro le barriere. Un incidente tremendo, ma per fortuna con nessun tipo di problema per il pilota monegasco. Subito dopo Leclerc è stato trasportato al centro medico per un controllo che ha dato subito esiti confortanti. Dopo la grande paura il pilota, subito rimessosi ha chiacchierato ai box con il team Principal Binotto. Nel team radio post incidente il 22enne monegasco si era lamentato per la guidabilità della sua vettura. Dunque un altro weekend da dimenticare per la Ferrari che dopo non aver piazzato le due vetture nella top ten a Spa, una settimana fa, chiude solo dopo appena 25 giri il Gp d'Italia, cosa che a Monza non accadeva da 25 anni. Prima il problema ai freni di Sebastian Vettel poi l'incidente di Leclerc fanno addensare nuove nubi sulla scuderia di Maranello. Il futuro non è affatto roseo e tra una settimana al Mugello la Ferrari dovrà cercherà in ogni modo di tornare in zona punti, prima che la classifica nel Mondiale costruttori cominci ad essere davvero disastrosa.

Trionfa Gasly

Intanto la gara di Monza fa registrare la prima vittoria nel Mondiale per Pierre Gasly che trionfa così al Gran Premio d'Italia. Il pilota dell'italiana AlphaTauri, anticipa la sosta al momento giusto e così mette in fuorigioco, prima la Safety car, poi la bandiera rossa, eventi che hanno sparigliato le carte di una gara pazzesca. Il francese, milanese d'adozione, si impone davanti al futuro ferrarista Carlos Sainz, irriducibile fino alla fine, e Lance Stroll. Un podio inedito, impossibile da prevedere alla vigilia di un weekend che sembrava ancora nel segno delle Mercedes. Niente da fare per Lewis Hamilton, protagonista di una grande rimonta fino alla settima posizione dopo essere stato penalizzato per una sosta con corsia box chiusa. Il britannico deve quindi rimandare l'aggancio alle vittorie di Michael Schumacher che non avverrà dunque al Mugello, la settimana prossima, per il Gp 1000 Ferrari. Però può gioire comunque, visto il ritiro per la Red Bull di Verstappen e la giornata no del compagno di squadra Bottas, non andato oltre il quinto posto.

Segui già la nuova pagina Sport de IlGiornale.it?

Commenti