Pedro rilancia la Spagna, Inghilterra a rischio

Le altre partite: Trap raggiunto al 90'. Il Giappone di Zac perde ma vede i mondiali

Missione compiuta. La Spagna campione del mondo, d'Europa e di tutto, doveva battere la Francia a Parigi per evitare l'onta dei playoff e la Spagna ha battuto i galletti di Didier Deschamps grazie al gol di Pedro al 58' volando in testa al girone. Ma che paura per le furie rosse di Del Bosque, con la Francia che sbaglia di tutto e di più. E quando i padroni di casa stanno producendo il massimo sforzo per raggiungere il pari, a rompere le uova nel paniere ci pensa lo juventino Pogba che, nel giro di un minuto si fa prima ammonire per un'entrata stile Cantona su Xabi Alonso e subito dopo a centrocampo entra diritto sul piedino d'oro di Xavi, facendosi cacciare dal pignolo arbitro ungherese Kassai. La Spagna può recriminare su un rigore non dato a Pedro (ammonito per simulazione) nel primo tempo, ma poi le palle gol sono fioccate: il folletto Ribery per due volte, Iniesta, Benzema, Navas, Matuidi, Varane, Evra, Busquets, tutte evitate grazie anche a un paio di miracoli del portiere spagnolo Valdes.

Rischia invece l'Inghilterra che in Montenegro, nella tana di Jovetic e Vucinic, non fa il sorpasso e si fa raggiungere al 76' da Damjanovic dopo il vantaggio con Rooney. Facile vittorie con poker di gol per Germania e Olanda, mentre l'Irlanda del Trap si fa raggiungere al 93' sul 2-2 dall'austriaco Alaba. Gli orange superano la Romania con doppietta di Van Persie e reti di Van der Vaart e Lens, mentre i panzer di Loew sistemano facilmente la pratica Kazakistan con Reus (2), Gotze e Gundogan. Vince anche 2-1 la Croazia in Galles, mentre la Serbia di Mihajlovic si riscatta battendo la Scozia. Mezzo flop invece dell'Argentina di Messi (che vomita in campo nell'intervallo) e Palacio che in Bolivia non va oltre un deludente 1-1 pur mantenendo il primo posto nel girone sudamericano. Praticamente qualificato ai mondiali anche il Giappone di Alberto Zaccheroni che, dopo il 2-2 tra Australia e Oman era già sicuro del posto e che ha subito una innocua sconfitta 2-1 in Giordania.